Piante aromatiche: lo zenzero

di Daniela

Lo zenzero, il cui nome scientifico è Zingiber officinalis, è una pianta erbacea perenne originaria dell’Asia, appartenente alla famiglia delle  Zingiberaceae, che attualmente viene coltivata in tutti i paesi tropicali; lo zenzero è conosciuto fin dall’antichità come pianta medicinale e terapeutica. È provvisto di un grande rizoma aromatico, fusti eretti con due file di foglie lanceolate e spighe di fiori giallo-verdastri.

Lo Zingiber officinale può essere consumato anche in casa, procurandosi una radice fresca da sistemare in un vaso di coccio largo e profondo, ricoprendola con del terriccio universale; le annaffiature devono essere regolari e da effettuare appena il terreno appare secco, facendo attenzione a non provocare dei ristagni nel sottovaso, per evitare la formazione di marciumi radicali. La pianta va esposta in una zona soleggiata ma non esposta direttamente alla luce del sole; se intendete usarla come spezia, fate attenzione a non usare concimi e fertilizzanti chimici.

La parte della pianta che contiene i principi attivi è il rizoma, dal quale si ricavano olio essenziale, resine e mucillaggini, che lo rendono così usato come spezia; il rizoma può essere consumato essiccato, polverizzato o anche fresco, tagliato in piccole fette.

Questi principi attivi sono contenuti anche nel legno di zenzero, usato per gli spiedini di pesce; lo zenzero è molto utilizzato nella cucina giapponese sotto forma caramellata, ma in generale in tutta la cucina orientale per insaporire zuppe e salse. Lo zenzero è anche noto per la sua capacità di conservazione del cibo e per l’esaltazione del sapore delle pietanze.

Il rizoma essiccato dello zenzero aiuta a stimolare la digestione, inoltre possiede proprietà antinfiammatorie e antiossidanti; inoltre, è un valido aiuto contro nausea e vomito. Inoltre, lo zenzero è molto usato nella medicina popolare; ad esempio, il tè allo zenzero è un ottimo rimedio contro il raffreddore, la birra allo zenzero è da generazioni indicata come calmante per lo stomaco, e l’acqua allo zenzero è utile per proteggersi dalla calura. Attenzione, però, lo zenzero può provocare anche allergie che producono eruzioni cutanee e formazione di gas; inoltre, se consumato a stomaco vuoto può irritare lo stomaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.