leonardo.it

Lavori nell’orto: seminare i pomodori

 
Daniela
17 maggio 2010
Commenta

seminare i pomodori

Continuiamo la rassegna dei lavori da fare nell’orto in questo periodo; dopo aver visto come procedere per la semina delle bietole, adesso passiamo a quella dei pomodori. Il pomodoro, botanicamente conosciuto come Solanum lycopersicum, è una pianta appartenente alla famiglia delle Solanaceae, originaria dell’America centro-meridionale e giunta in Europa nel 1540 ad opera del conquistatore spagnolo Hernán Cortés.

Il pomodoro è largamente usato per scopi alimentari: può essere consumato crudo come ingrediente dell’insalata oppure passato per ottenere sughi o altri piatti. Il pomodoro è una pianta perenne quando cresce spontanea, mentre è stagionale se viene coltivata; prima di procedere con la semina è molto importante occuparsi del terreno che deve essere ricco e drenato.

Questa pianta teme il freddo e, per questo, a meno che non venga coltivato in serra, maggio-inizio giugno è il momento più opportuno per seminarlo. Già nell’autunno precedente il terreno dovrebbe essere stato fertilizzato e concimato.

Una volta posti nel terreno, i semi devono essere coperti con del terriccio; le piantine spunteranno dopo un paio di settimane, e in questo periodo è bene mantenere il terreno umido, all’inizio innaffiando con uno spruzzino per non smuovere i semi e poi con il classico annaffiatoio.

 Se la semina non è stata fatta direttamente sul terreno, ma nei semenzai, una volta che le piantine avranno raggiunto l’altezza di 30 centimetri dovrete porle a dimora in piena terra. A questo punto procedere con annaffiature regolari da fare al mattino oppure alla sera; con la crescita, le piante di pomodoro avranno bisogno di bacchette di legno per il sostegno, che quindi andranno introdotte nel terreno.

Adesso non dovete che aspettare: per raccogliere i frutti della vostra semina saranno necessari un paio di mesi, e poi potrete gustare degli ottimi pomodori. Attenzione però al possibile attacco di parassiti e funghi, come la ruggine, i bachi e il marciume del frutto.

Articoli Correlati
YARPP
Tomtato, la pianta di pomodori che fa le patate

Tomtato, la pianta di pomodori che fa le patate

Non c’è miglior modo di definire Tomtato se non come pianta di pomodori… che fa anche le patate. Non strabuzzate gli occhi, a breve potremmo toccarla con mano anche noi […]

Lavori di ottobre nell’orto: seminare la rucola

Lavori di ottobre nell’orto: seminare la rucola

Uno dei lavori di ottobre più belli da eseguire per un agricoltore, sia professionale che neofita, è quello della semina. La scelta ricade ovviamente su ortaggi di tipo invernale o […]

Lavori invernali, seminare le cipolle in semenzaio

Lavori invernali, seminare le cipolle in semenzaio

Tra i lavori invernali da effettuare in questo periodo c’è la semina delle cipolle in semenzaio, in attesa di essere trapiantate in piena terra all’inizio della primavera; le cipolle, infatti, […]

Come coltivare i pomodori sul balcone di casa

Come coltivare i pomodori sul balcone di casa

Coltivare i pomodori sul balcone di casa non è difficile, basta un po’ di spazio e qualche accorgimento. Per procedere sono necessari i semi di pomodoro, del terriccio universale, dei […]

Lavori nell’orto: seminare le bietole

Lavori nell’orto: seminare le bietole

La bietola da coste è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae, originario dell’Europa Meridionale, e particolarmente diffuso nelle regioni del bacino del Mediterraneo. Questa verdura viene spesso indicata con […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento