Lavori nell’orto: seminare le bietole

di gianni puglisi

La bietola da coste è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae, originario dell’Europa Meridionale, e particolarmente diffuso nelle regioni del bacino del Mediterraneo. Questa verdura viene spesso indicata con diversi nomi, tra i quali bietola, costa, bieta; in realtà si tratta di una barbabietola alla quale sono state selezionate le foglie al posto delle radici. La sua caratteristica principale è quella di avere coste molto carnose che vanno consumate cotte, anche se esistono delle varietà con coste più piccole che possono essere mangiate anche crude.

Le bietole debbono essere seminate tra aprile e maggio, nelle regioni più fredde va bene farlo anche in giugno, quindi siete ancora in tempo per procedere; la raccolta delle coste può essere effettuata sia a fine estate che in autunno. Vediamo come procedere per la semina.

Per prima cosa preparate bene il terreno, che deve essere fresco e arricchito con del letame decomposto; dopodiché potete procedere alla semina a mano in un solco profondo circa 3 centimetri. Una volta posti i semi in terra potete ricoprirli con l’aiuto del dorso di un rastrello, facendo attenzione a ricompattare il terreno e ad annaffiarlo.

I primi getti delle bietole spunteranno dopo circa dieci giorni e appena saranno spuntate 4 o 5 foglie, andranno diradate in file distanti l’una dall’altra circa 40 centimetri. In estate è bene annaffiare e distribuire della pacciamatura in modo da ottenere foglie più forti. Non appena gli steli si saranno irrobustiti, potete procedere alla raccolta, rompendo le coste verso il basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.