Semi, caratteristiche generali e modo corretto per seminarli

di Roberta

Oggi la moltiplicazione per seme è di uso sempre meno frequente per il diffondersi dei vivai specializzati e per la possibilità di acquistare singole piantine erbacee annuali o perenni in vasetti di torba, pronte ad essere interrate direttamente nelle aiuole o nelle cassette con risultati pressoché immediati e garantiti.

Tuttavia, non sempre si può (o si vuole) ricorrere all’acquisto delle piantine: in questo caso, e soprattutto per quanto riguarda l’orto, il sistema della semina è ancora il mezzo più valido di moltiplicazione; un mezzo abbastanza facile e sicuro purché si rispettino determinate norme.

Ogni tipo di seme ha caratteristiche precise, che esigono uno speciale trattamento prima e durante la semina.

Di seguito ho cercato di raggruppare i semi, secondo le loro caratteristiche, e per ciascun gruppo, ho indicato le norme fondamentali per una corretta seminagione:

semi carnosi

castagne, ghiande ecc: germogliano meglio se vengono posti a macerare nell’acqua per un giorno intero. La semina si deve effettuare non appena i frutti  maturano;

semi alati

tipici quelli dei frassini che hanno la forma di un’elica: prima di essere messi in terra debbono essere privati della membrana che forma appunto le «ali»;

semi ricchi di olio

ricino, nespolo del Giappone ecc: debbono essere interrati non appena maturano per evitare che la lunga conservazione li faccia essiccare. Dovendo rimandare l’operazione è bene tenere i semi in uno strato di torba umida;

semi forniti di peli

semi ricoperti da un involucro molto resistente: piselli odorosi, convolvolo ecc: prima di essere interrati debbono venire incisi con un coltellino sulla parte opposta al punto in cui si trova l’«occhio» del seme. Debbono  essere  ricoperti  da  uno strato sottilissimo di terriccio, in modo che i peli possano affiorare;

semi molto minuti

prima di essere posti normalmente nel terreno, debbono essere mescolati a un po’ di sabbia.   L’espediente consentirà di distribuirli meglio.

Commenti (20)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.