5 modi per prevenire le malattie fungine nell’orto

di Valentina

Le malattie fungine sono quelle più comuni che possono colpire gli ortaggi dell’orto a prescindere dalla stagione. Marciumi, macchie bianche: le loro manifestazioni sono molte. Vediamo insieme 5 modi per prevenirle.

1) Preparazione corretta del terreno

Preparare correttamente il terreno di coltura è una delle azioni più importanti che si possano compiere per evitare la comparsa di qualsiasi malattia fungina. Se la terra è soffice ed adeguatamente lavorata, l’acqua scivola più facilmente evitando ristagni pericolosi. E’ l’umidità la vera alleata di mal bianco ed altre malattie di questo genere. Per evitare la loro comparsa bisogna rendere ben drenato il terreno. Se si coltiva in vaso, utilizzare l’argilla espansa è quasi obbligatorio.

2) Substrato e materiale di qualità

Soprattutto se si coltiva in vaso, è necessario che il substrato che utilizziamo non sia contaminato in partenza e che altrettanto sane siano le piante che ci apprestiamo a trapiantare. Bisogna inoltre fare attenzione ad utilizzare sempre del compost maturo evitando di lasciare residui di ortaggi o verdure malate sull’aiuola di coltura.

3) Attenzione alle foglie basali

Le foglie poste alla base sono di solito quelle che per prime vengono colpite. Un ottimo modo per prevenire lo sviluppo di malattie fungine è proprio quello di rimuoverle man mano che la pianta cresce. E’ raccomandato dopo questa azione pulire e disinfettare gli attrezzi di lavoro in modo tale da non rischiare l’infezione.

4) Irrigate con giudizio

Quando si irriga il terreno, le annaffiature dovranno essere condotte con giudizio, regolandosi in modo adeguato in quantità di acqua elargita e nella sua frequenza. Tutto ciò dovrà essere deciso in base all’ortaggio coltivato. E’ importante non bagnare le foglie il più possibile.

5) Concime a base d’azoto: regolatevi

Tra le concimazioni quella a base di azoto è in qualche modo la più pericolosa. Essa infatti non aiuta solo lo sviluppo delle piante ma è purtroppo perfetta nel sostenere i funghi e la loro crescita. Usatelo quindi nelle giuste quantità.

Photo Credits | Arina P Habich / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.