Albero di Natale naturale, attenzione alle muffe

di Valentina

Spread the love

L’albero di natale naturale è una delle esperienze più belle che un appassionato di giardinaggio può provare, soprattutto se ha poi la possibilità di piantarlo nel proprio giardino e prendersi cura di lui sul lungo termine. Bisogna però fare attenzione, nel periodo nel quale viene tenuto in casa, alla possibile formazione di muffe.

Queste sono pericolose sia per l’albero che per la salute delle persone che si trovano a condividere l’ambiente con quest’ultimo. Primo importante fattore da sottolineare: se su un abete o qualsiasi altro albero appaiono delle muffe, vi è un problema alla base nelle cure che gli vengono fornite. Di solito, quando si parla di albero di natale il vero problema è relativo alla temperatura ambientale ed al grado di umidità che si viene a creare nella stanza. Un problema prevenibile con una corretta innaffiatura prima della collocazione dell’albero nella stanza ed una generale gestione azzeccata della sua esposizione interna.

Muffe sulla sua corteccia possono indicare una certa debolezza della pianta, da correlare quasi sempre ad uno scorretto “stoccaggio” degli esemplari prima della vendita. Di solito questo accade quando gli abeti, piccoli o grandi che siano, sono costretti a lunghi viaggi prima della vendita. Motivazione per la quale non smetteremo mai di consigliarvi di comprare degli alberi di natale naturali provenienti dal nostro paese ed ancor di più dalla vostra regione.  Soprattutto al momento dell’acquisto è necessario dare un’occhiata generale all’abete che non si limiti alla forma o allo stato degli aghi. Certo, anche loro possono essere un indicatore dello stato di salute della pianta, ma il tronco è altrettanto importante per una corretta valutazione.

Ecco quindi che se vi trovate a starnutire improvvisamente o fate fatica a respirare e questo accade in concomitanza alla vostra vicinanza all’albero di Natale, non si tratta di allergia a quest’ultimo, ma della reazione del vostro organismo alla respirazione delle spore delle muffe.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.