Alternative alla Stella di Natale, l’Ardisia

di Marion

L’Ardisia è un genere appartenente alla Famiglia delle Myrsinaceae, comprende circa 400 specie di alberi e arbusti ed è originaria di India e Giappone; la specie di Ardisia della quale vi parliamo oggi, l’Ardisia crispa, è ottima come pianta da interni e nel periodo natalizio rappresenta una validissima alternativa alla tradizionale Stella di Natale.

Si tratta di un piccolo arbusto compatto a crescita lenta che raggiunge i 60-90 centimetri di altezza e i 30-40 di diametro; presenta foglie molto decorative lucide e di colore verde intenso e nel mese di Giugno produce deliziosi fiori profumati bianchi, cremisi o violacei che crescono raccolti in pannocchie lunghe fino a 10 cm. Alla comparsa dei fiori segue quella dei frutti, delle piccole bacche ovali di colore rosso e lucide, caratteristica che la rende ideale come addobbo natalizio. I frutti possono mantenersi sulla pianta fino alla fioritura successiva purchè questa sia posta in un luogo luminoso (l’ideale è dietro una finestra) e con il giusto grado di umidità.

Quanto alle cure colturali, l’ardisia va innaffiata regolarmente da Giugno a Settembre in modo che il terreno resti sempre umido ma avendo cura di evitare gli eccessi e sopratutto i ristagni idrici che farebbero ingiallire le foglie. Le bagnature vanno ridotte in inverno se la pianta viene posta al riparo in appartamento, mentre se rimane in giardino è più opportuno sospenderle del tutto.

Esposizione: l’ardisia crispa ama le posizioni luminose, ma non il sole diretto; durante la stagione estiva può essere trasferita all’aperto ma durante le giornate troppo afose va posta all’ombra poichè risente negativamente di  temperature superiori a 20°.

Concimazione: da Aprile e fino alla comparsa delle bacche può essere aggiunto concime universale liquido all’acqua delle innaffiature.

Terreno: il terreno ideale per l’ardisia c. è composto da sabbia e torba in parti uguali e deve essere rigorosamente ben drenato.

Potatura: la potatura può essere effettuata in Febbraio per le piante molto alte tagliando i rami a 7-8 cm dalla base.

Tecniche di propagazione: la moltiplicazione per talea può avvenire da Maggio ad Agosto prelevando porzioni dei germogli laterali lunghe 8-10 cm; questa vanno piantate in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali e trasferite non appena abbiano radicato (circa 6-8 settimane dopo).

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.