Cimice asiatica, trovato killer naturale

di Valentina

La cimice asiatica è uno dei maggiori parassiti attualmente presenti nel nostro paese: la sua presenza non sta solo mettendo a rischio le colture ma per via del grande numero di presenze si sta rivelando fastidiosa anche nella vita di tutti i giorni. Un killer naturale sembra essere stato trovato.

Si tratta di una “micro ape“, l’Ooencyrtus telenomicida. Gli scienziati del Crea (Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria, N.d.R.) sono convinti possa essere l’insetto migliore per debellare la presenza di questi parassiti particolarmente dannosi per  gli alberi da frutto. Un’arma silenziosa, biologica e perfettamente sicura per l’uomo e per la’ambiente circostante. Le api Ooencyrtus fanno parte dei predatori e dei parassitoidi già presenti in Italia, quel che bisogna fare è essenzialmente aiutare questa specie a “potenziare” la sua presenza. Per legge infatti non è più possibile importare insetti utili per la lotta biologica. Questi, nel caso specifico, parassitano le uova della cimice inserendo le proprie al loro interno. In questo modo le larve di micro ape potranno nutrirsi dei feti della cimice asiatica ancor prima che la stessa si sviluppi.

Secondo gli esperti la cimice asiatica potrà essere combattuta in questo modo anche dai privati. Di certo sarà necessario stabilire un programma di diffusione dell’Ooencyrtus telenomicida ben preciso per essere sicuri che lo stesso possa essere efficace senza causare problemi. Di certo si tratta di un’opzione decisamente più valida rispetto a quella della rimozione o uccisione meccanica degli stessi o attraverso degli insetticidi che nella maggior parte dei casi non funzioneranno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.