Coltivazione del papavero in vaso

di Valentina

Coltivare i papaveri in vaso? Non è una cattiva idea. Questi stupendi fiori rossi crescono spontaneamente nei campi in primavera ed estate ma se si desidera averli sul proprio balcone, un piccolo sforzo per curarli e favorirne lo sviluppo bisogna farlo.

Vi sono dei piccoli segreti per coltivare i papaveri in vaso con successo e tutto è relativo ad una scelta ottimale dei tempi. Partiamo da un presupposto: gli esemplari annuali e biennali si moltiplicano facilmente per seme. Essa dovrebbe essere eseguita in autunno in semenzaio in ambiente protetto per essere poi trapiantata la piantina a maggio, ma altrettanto valido è seminare i papaveri a marzo in vasetti di torba passando al trapianto a giugno.

Per i vostri vasi scegliete una volta che la piantina è pronta un terriccio universale ben concimato ricordandovi che come fiore il papavero ama una esposizione in pieno sole. Non preoccupatevi se il troppo caldo li porta in uno stato di riposo facendo scomparire man mano la fioritura. Se sarete in grado di creare un microclima adatto attraverso le innaffiature ed alcune coperture del balcone, potrete addirittura riuscire ad evitare questo “passaggio” della sua vita.

Vi sembrerà scioccante a se riuscirete nel mantenere fresco il suo ambiente ed a dare alla pianta di papavero la giusta quantità di sole, potreste addirittura arrivare a godere di diverse centinaia di fiori da un unico esemplare per tutta la durata dell’estate. Essa infatti, per la sua durata breve, tenterà di produrre più infiorescenze possibili per assicurarsi una riproduzione degna di questo nome. Ricordatevi di annaffiarla con regolarità, senza far seccare il terreno di coltura.

Photo Credits | Taras Kolomiyets / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.