Arredare l’ufficio con le piante: il semenzaio

di Valentina

Abbiamo visto in diversi siti l’idea e ci è piaciuta così tanto che abbiamo intenzione di proporvela: avete mai pensato di poter arredare il vostro ufficio con un semenzaio? Attenzione, ve ne suggeriamo una versione un tantino semplificata e ritoccata di quella a cui dareste vita nelle mura del vostro appartamento e nello spazio del vostro giardino.

Di solito il semenzaio viene utilizzato per dare modo ai semi di germinare in maniera adeguata prima di porre le piantine (ortaggi, fiori, non importa, N.d.R.) a dimora nel loro vaso o in piena terra. E’ una tecnica che aiuta chiunque voglia coltivare qualcosa a farlo bene e con meno sforzo, dando un controllo maggiore sull’intero processo. Per farlo in ufficio non serve poi molto. Prima di tutto dovete cercare un bel vaso, con dello stile, che vi consenta di seminare alcuni semi o piantare bulbi tra quelli  che più amate. Se possiamo consigliarvi  per il meglio, le bulbose onestamente le metteremmo da parte non perché difficili da gestire ma per la necessaria attesa dei risultati che potrebbe “indispettirvi” un poco.

Mettetevi quindi d’accordo con i vostri colleghi e scegliete una pianta adatta alla stagione e seminatela con cura, creando dei piccoli “divisori” con delle sottili lastre di pvc in modo tale da rendere più facile l’operazione di espianto per eseguire il rinvaso. Torniamo però un attimo indietro. Il terreno di coltura dovrà essere drenante al punto giusto, quindi un sottile strato di perlite o argilla espansa dovete tenerlo sempre da conto. Del terriccio universale a completare il tutto andrà bene. Ne trovate in vivaio alcuni già arricchiti e dotati di odore sostenibile: non limitate la vostra scelta e prendeteli. Una volta eseguita la semina esponente il vostro vaso alla luce del sole: non passerà molto prima che le piantine inizino a germinare ed a fare capolino. Date loro modo di arrivare almeno a 10 cm poi rinvasatele con cura. Vi state chiedendo come coprire il tragitto? Basta un bicchiere di carta con del terriccio.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.