Come coltivare il lisianthus: suggerimenti e tecniche utili

di Filomena D'Aniello

Il Lisianthus, è una pianta, che si caratterizza per la sua particolare fioritura, vistosa e raffinata, dai colori che vanno dal bianco, al rosa, all’arancio, al rosso intenso. Originaria dell’America, ed in particolare dei Caraibi, del Messico e degli Stati Uniti. Il lisianthus, può essere coltivato in terra o in vaso: la sua fioritura, richiede tempi abbastanza lunghi e diverse cure, per cui, è preferibile scegliere le piantine con gemme, ai semi, che impiegherebbero un tempo maggiore per germogliare.

 

Il lisianthus, necessita di un terreno morbido, arioso e drenante, ricco di sostanze organiche che lo rendano particolarmente fertile. E’ importante aggiungere della torba e della sabbia, per favorire il drenaggio del terreno ed evitare i ristagni idrici. Le irrigazioni dovranno essere frequenti, soprattutto in estate e se la pianta è esposta alla luce diretta. Il lisianthus, è considerata una pianta ornamentale, per cui, si adatta perfettamente anche agli interni: in questo caso, necessiterà di essere collocata in una zona semi illuminata, e ariosa, non esposta costantemente alla luce solare e irrigata a seconda delle esigenze della pianta, circa due o tre volte a settimana.

 

Per favorire la fioritura di questa pianta, sarà necessaria la sua concimazione: solitamente, nel periodo che precede la fioritura, che corrisponde all’inverno, questo tipo di pianta necessiterà di una concimazione solida, a base di potassio magnesio e fosforo, oltre che di una buona componente azotata. Parliamo dunque, di tutti quegli oligoelementi, necessari per il benessere della pianta che ne garantiscono la protezione e la fioritura. Durante il periodo estivo, ovvero quando il lisianthus sboccia, è preferibile utilizzare un concimante liquido, che andrà vaporizzato sul terreno.

 

Il lisianthus, cresce bene sia negli interni che negli spazi aperti: se coltivato in vaso e destinato ad uno spazio chiuso, necessiterà di luce e aria. Tollera bene le alte temperature, ma di contro non resiste alle gelate e i climi rigidi. Ecco perché, se coltivato esternamente, necessiterà di uno spazio che sia protetto, semi-ombreggiato, o anche esposto alla luce, ma protetto dal vento. E’ una pianta particolarmente resistente, ma che potrebbe essere danneggiata dal marciume radicale, o come la maggior parte delle piante, subire l’attacco di insetti e parassiti. A questo, si può rimediare utilizzando degli insetticidi specifici che non siano particolarmente aggressivi per la pianta.

Acari e ragnetti rossi, sono i principali nemici del lisianthus. Nella maggior parte dei casi possono essere eliminati anche manualmente, o si può intervenire con un prodotto che non sia particolarmente invasivo per la fioritura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.