Come fare il macerato di pomodoro

di Valentina Commenta

Il macerato di pomodoro è un ottimo antiparassitario naturale, soprattutto nei confronti di afidi e cavolaia. Vediamo insieme come prepararlo per poterne usufruire nel nostro orto e salvare le nostre piante da fastidiose parassitosi.

antiparassitario spruzzato

Macerato di pomodoro

Ottenere il macerato di pomodoro non è difficile. Basta prendere 10 litri di acqua e tra i2,5-3 kg di foglie e pianta di pomodoro. Utilizziamo tutto dell’esemplare, tranne i frutti e le radici ed il miglior momento per la creazione è quello della potatura. Dopo una macerazione di 2-3 giorni dell’intero composto dovremo solo filtrare il tutto ed utilizzarlo direttamente sulla pianta con un nebulizzatore.

Macerato di foglie di pomodoro

Per creare il macerato di foglie di pomodoro servono 2,5 kg di foglie, un litro di acqua per farle macerare ed ulteriori 10 litri di acqua per diluire il tutto. Dobbiamo iniziare mettendo a riposare all’interno di un contenitore aperto il litro di acqua con le foglie della pianta. Dopo 3 giorni possiamo filtrare il macerato e diluirlo in 10 litri.

Macerato di femminelle di pomodoro

Le femminelle sono i germogli laterali della pianta di pomodoro che di solito potiamo per renderle la stessa più produttiva. Prendiamo 150 grammi di questa e circa 10 litri di acqua. Versiamo le femminelle in secchi adatti allo scopo e lasciamo macerare all’area aperta senza coperchi il tutto per tre giorni. Filtriamo ed utilizziamo il liquido nel nebulizzatore.

Essi possono essere utilizzati anche quando afidi e cavolaia hanno già colpito le nostre piante: il macerato in questione è un ottimo strumento antiparassitario perché privo di effetti collaterali.

Photo Credits | Ververidis Vasilis / Shutterstock.com

google-max-num-ads = "1">