Concimazione in primavera, quali piante concimare e come

di gianni puglisi

Avere un fiori e piante belli e rigogliosi è il sogno di chiunque, anche di quelli che non hanno un bel giardino ma si devono accontentare di un balcone, e per questo oggi vi consigliamo come curarli attraverso la concimazione.

1. Perché concimare le piante?

Le piante per crescere molto spesso hanno bisogno di un aiutino che può essere dato al terreno attraverso il concime. Questo infatti apporta nutrimento alla terra che successivamente lo donerà alle piante facendole diventare rigogliose e belle. Anche perché senza la concimazione le piante non farebbero la fotosintesi clorofilliana, cosa essenziale per la loro vita.

2. Quali piante concimare?

Solitamente in questo periodo hanno bisogno di concime l’erba in modo tale che ci sia la formazione di nuovi germogli, le piante grasse, le piante annuali messe a dirmora e le siepi come il lauro e l’alloro. Per quanto riguarda i fiori possiamo dire che devono essere concimate le rose, le fucsie. Anche i bulbi a fioritura estiva e le semine necessitano di fertilizzanti a lento rilascio.

3. Quale concime usare?

Esistono due principali tipi di concimi, quelli essenziali con uno solo elemento e quelli complessi con più elementi nutritivi come il fosforo, l’azoto e il potassio. Il concime universale è più economico ma è meglio preferirne uno specifico per ogni pianta, ovvero quelli con molto azoto sono consigliati per gli alberi da frutto, gli arbusti, le piante verdi, gli ortaggi da foglia e l’erba perché favoriscono lo sviluppo dell’apparato radicale della pianta, non vanno però usati a lungo. Quelli con il potassio si utilizzano per il colore e il sapore dei frutti ma anche per la bellezza dei fiori. Il fosforo invece è colui che difende le piante da malattie e avversità climatiche.

4. Come concimare?

Solitamente il terriccio deve essere bagnato e tutte le spiegazioni sono fornite sulla confezione del concime in base alla pianta che si deve trattare. Ricordate sempre di rispettare le quantità, magari anche stando al ribasso, altrimenti un eccesso di fertilizzante potrebbe provocare danni alla pianta.

Photo Credits | wk1003mike / Shutterstock.com

Photo Credits | Aigars Reinholds / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.