I concimi per favorire la fruttificazione delle piante

di Valentina

Spread the love

I concimi servono per favorire lo sviluppo delle piante. Ve ne sono in grado di favorirne la crescita delle foglie e dei rami, quelli in grado di spingere e mantenere la fioritura, e vi sono quelli che danno modo di favorire la fruttificazione delle piante. Quali sono? Quelli a base di potassio.

Come ormai sappiamo, il potassio, insieme all’azoto ed al fosforo, è uno dei principali elementi nutritivi di cui una pianta ha bisogno per compiere pienamente il suo ciclo vitale. Il potassio, come gli altri, è presente nel terreno, in percentuali e forme più o meno variabili. Possiamo infatti trovarlo nella crosta terreste come minerale primario, ma è altresì presente nei minerali di tipo secondario e trattenuto, ad esempio, tra le sostanze organiche e l’argilla. Non preoccupatevi però di questo: in ogni caso è sempre possibile per la pianta usufruirne a proprio piacimento.  Gli ioni di potassio non hanno infatti problemi ad essere trasportati da altri elementi. E’ spesso presente in percentuali minime, ma facilmente sfruttabile dalla pianta.

L’azoto aiuta lo sviluppo della pianta, mentre il fosforo dà un forte apporto alla fioritura delle stesse. Per ottenere dei buoni frutti succosi e belli, è del potassio che abbiamo bisogno.Di solito le piante ne assorbono di più rispetto al loro reale fabbisogno, e lo fanno attraverso le radici nel corso del loro sviluppo vegetativo.  Esso consente a quest’ultime di assorbire meglio l’acqua dai terreni e di rendere i propri frutti maggiore sapore e capacità di mantenimento. La carenza di questo elemento è facilmente riscontrabile: di solito i sintomi riguardano le foglie, che si puntellano di clorosi a chiazze e di zone necrotiche ai margini delle foglie, accompagnati da un indebolimento del fusto e da una minore resistenza rispetto alle gelate ed alle malattie.

A seconda della tipologia di pianta e del suo scopo finale è possibile scegliere tra diversi tipi di concime a base di potassio: solfato di potassio, nitrato di potassio e cloruro di potassio.

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.