Diserbo, pro e contro a confronto

di Valentina

Spread the love

Il diserbo viene considerato un intervento utile in orti e giardini per combattere la presenza di infestanti o per liberare una porzione di terra. Entriamo nello specifico e vediamone insieme i pro ed i contro per comprendere se si tratta di una soluzione adatta alle nostre esigenze.

Le piante infestanti sottraggono i nutrienti ai nostri ortaggi ed ai nostri fiori e trovare una soluzione definitiva è ciò a cui possiamo concederci di auspicare. Ma un piccolo sguardo ad i pro ed ai contro del diserbo non fa male.

I pro del diserbo

  • Sparizione delle infestante
  • Minori costi di manutenzione per il terreno
  • Meno fatica nella lavorazione dello stesso
  • Minori risorse economiche e fisiche spese
  • Crescita della portanza del suolo
  • Miglioramento della situazione dei nutrienti
  • Maggiore conservazione della sostanza organica
  • Minore erosione del terreno
  • Maggiore sviluppo degli impianti radicali

I contro del diserbo

  • Maggiori danni per via della pioggia
  • Occlusioni dei terreni argillosi
  • Riduzione dell’infiltrazione superficiale dell’acqua
  • Maggiore degradazione delle argille in superficie
  • Riscaldamento del terreno più veloce
  • Flora sviluppa resistenza ai metodi di diserbo
  • Inquinamento di eventuali falde
  • Fitotossicità
  • Difficoltà nell’interramento dei concimi

A parità di condizioni è necessario comprendere quali sono gli effettivi vantaggi che un diserbo possa portare al proprio appezzamento, soprattutto se si tratta di un intervento di tipo chimico, e quindi coinvolgente non solo l’erba infestante ma anche tutto l’ambiente ad esse collegato. Se ci si appoggia a rimedi naturali come acqua e limone  o simili, di certo non si deve temere l’inquinamento del terreno. Valutate quindi bene.

Photo Credits | Jay Crihfield / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.