Fiori nella Rocca: piante rare oggi nel bresciano

di Valentina

Siete appassionati di piante rare? Soprattutto se vi trovate nel nord di questo paese e avete la possibilità di recarvi nel bresciano, approfittatene e recatevi a Lonato del Garda, dove oggi si tiene il secondo giorno della manifestazione “Fiori nella Rocca” mostra mercato di piante rare giunta quest’anno, grazie al forte afflusso di visitatori, alla sua quinta edizione.

Si tratta di una manifestazione florovivaistica ufficialmente riconosciuta e organizzata dallo sforzo condiviso del Comune di Lonato del Garda, la Città e la Provincia di Brescia, la Regione Lombardia, il FAI e L’Associazione Dimore Storiche Italiane. Gli organizzatori di Fiori nella Rocca sostengono che la rassegna in questione rappresenta un’occasione preziosa per unire in un solo appuntamento delle realtà storiche e naturali di pregio e, pensando a come l’intera mostra sia stata mixata sapientemente nelle location con il complesso monumentale della Fondazione Ugo Da Como, non si può di certo confutare tale impressione.

La manifestazione, cinque anni fa, è nata grazie al Garden Club di Brescia. Grazie all’impegno dell’associazione, da ormai un lustro, i migliori vivaisti italiani e internazionali si danno appuntamento a Lonato del Garda per esporre i propri esemplari ed i coltivatori professionali, insieme ai ricercatori di essenze rare espongono le loro ultime scoperte.

Particolare attenzione viene riservata alle erbacee perenni, agli agrumi, alle rose ed alle peonie. Ma non vengono per nulla dimenticate le piante aromatiche e le piante medicinali, insieme alle maggiori colture, agli iris, le bulbose, le orchidee, le piante grasse e quelle acquatiche.

Insomma, qualsiasi appassionato di floricoltura, recandosi a Lonato del Garda troverà soddisfazione per i propri interessi. Non mancano poi degli angoli dedicati all’arredamento del giardino, dove gli artigiani presentano le loro soluzioni ideali ed i loro compendi di arredamento: composizioni di fiori secchi, essenze naturali, e molto altro.

Quest’anno in particolare, è interessante scoprire come un’artista dell’Istituto Italiano decorazione floreale amatori di Sanremo. Giusy Ferrari Cielo, abbia deciso di rivisitare un indumento come il cappello, in chiave totalmente floreale.

Photo credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.