Lavori di gennaio: piantare nuove piante nel frutteto e nel giardino

di Valentina

Ieri abbiamo fatto il punto della situazione. Oggi torniamo a parlare dei lavori di gennaio è ciò che bisogna ed è possibile fare per avere un giardino ed un frutteto al loro massimo. Tra le possibili azioni da intraprendere vi sono quelle di aggiunta di nuova piante, sia per ciò che riguarda gli alberi da frutto che qualche arbusto in grado di regalarci fiori.

Partiamo da un presupposto: un elemento del quale tenere assolutamente conto è la temperatura. Lo sapevate che nelle zone più miti, dove non vi è il rischio di improvvise gelate, ci si può azzardarea a potare gli arbusti da fiore caratterizzati da una fioritura estiva o tardo-primaverile? Parliamo in particolare delle rose, ma anche delle buddeleje e dei caryopteris.

E’ bene al contrario non agire in tal senso su quegli arbusti che da marzo, con l’arrivo della primavera ci regaleranno tutta la loro colorata bellezza come i gelsomini, le camelie e le azalee. Tagliando ora, quando la pianta già prepara le gemme floreali, rischieremmo solamente di rovinarle: possiamo potarle al contrario dopo che avranno fiorito.

Dato che nel periodo invernale la maggior parte delle piante è in riposo, è possibile piantare arbusti da fiore, sia in vaso che direttamente nel terreno.  Se vi trovate ad abitare in una zona mite, potreste provare a piantare qualche bulbosa primaverile come il crocus. Se al contrario volete una “fioritura istantanea”, scegliete la viola e l’erica.

Spostandoci nel frutteto, gennaio è un mese abbastanza buono per piantare nuovi alberi, ovviamente se il terreno non è gelato.  Lo scavo, che dovrà essere almeno di 50 cm di profondità ed altrettanti di diametro, dovrà avere il fondo cosparso di letame ben maturo, ricoperto da almeno 10 cm di terra in modo tale che le radici non vi entrino in contatto diretto.  Importante: la pianta da frutto scelta dovrà essere posta al centro della buca e ricoperta da un terriccio composto da humus di lombrico, torba e terra in parti uguali.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.