Lavori di giugno: la semina dei ravanelli

di Valentina

 Lo abbiamo più volte specificato: tra i lavori di giugno da eseguire nell’orto, quello basilare è quello della semina. Oggi ve ne suggeriamo una in particolare, ripetibile nell’avvicendarsi dei mesi, che riguarda una coltura abbastanza gradita dalla popolazione e che può essere messa in atto anche in vaso, su di un balcone: i ravanelli.

Oltre ad essere molto buoni in insalata, i ravanelli hanno la peculiarità di crescere in modo molto veloce e senza avere particolare bisogno di spazio. Si tratta di un’occasione interessante anche per chi non possiede pollice verde ed ha deciso di mettere alla prova la sua condizione con una coltura semplice e veloce.  Per far crescere il Raphanus sativus, non serve un ampio fazzoletto di terra. In un’aiuola da orto classica se ne possono ottenere decine senza il minimo sforzo.

Tutto poi dipende da quanto grandi intendiate ottenere le radici: in quel caso dare ampio spazio sia in profondità sia in larghezza, potrà solo che essere d’aiuto per la radice di ravanello e la sua piantina. In caso di coltura in vaso, lo stesso dovrà essere profondo almeno 20 cm ed il più possibile largo per dare modo ai semi di crescere e svilupparsi adeguatamente. Il terreno di coltura dovrà poi essere composto da terriccio universale e stallatico. In caso di semina in piena terra, accertatevi che non vi siano sassi e pietruzze che possano disturbare la crescita generale della pianta.

I semi possono essere comprati in qualsiasi vivaio o negozio specializzati in sementi. In un vaso come sul terreno basterà tracciare dei solchi paralleli profondi anche solo mezzo centimetro e spargerli con cura lungo gli stessi. E’ consigliato, date le loro esigue dimensioni, mischiarli con un pugnetto di sabbia, in modo da favorire una distribuzione uniforme per poi ricoprire tutto con la terra. In questo caso un’irrigazione a spruzzo è la più adeguata per non spostare i semi.

Più il clima sarà fresco, più breve sarà il tempo necessario allo sviluppo. Se le piante crescono troppo ravvicinate, sfoltitele o spostatele. Se li avrete ben nutriti con abbondante acqua e terreno giusto, già dopo 3 settimane potreste vedere il capolino della radice spuntare, segno che il ravanello è pronto per la raccolta.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.