Orticolario 2012, grande successo per la quarta edizione della kermesse dedicata al giardinaggio evoluto

di gianni puglisi

Si è conclusa domenica scorsa l’edizione 2012 di Orticolario, la manifestazione dedicata al giardinaggio evoluto e a tutti gli amanti degli spazi verdi, con un grande successo di pubblico: oltre 20.000 visitatori provenienti da tutta Italia e anche dalla vicina Svizzera, si sono riuniti a Villa Erba, in provincia di Como, per ammirare fiori, piante e giardini.

Un successo dovuto all’accurata selezioni degli espositori, alla cura dei dettagli, alle suggestive istallazioni sonore e visive dedicate ai suoni e ai rumori della natura o a piante particolari. Uno degli appuntamenti più attesi di Orticolario è stato il battesimo botanico della rosa “Vivienne Westwood”, ibridata da Rose Barni, al quale era presente proprio la stilista inglese, da sempre appassionata di fiori e giardini e madrina di Orticolario 2012.

Proprio le installazioni sonore hanno esercitato un grande fascino sui visitatori, e in particolare l’istallazione “Dove sei?” Daniel Berset, “Aural”, dedicata all’orchidea, progettata e realizzata da Alessandro Valenza, e “Armonie”, progettata da Barbara Negretti e realizzata da Ivano Losa nel prato di fronte alla Villa.

Durante la tre giorni di Orticolario sono stati assegnati anche diversi premi; nella mattinata del 5 ottobre sono stati decretati, dalla giuria estetica e da quella tecnica, i vincitori nelle seguenti categorie: “Miglior allestimento del giardino”, “Miglior allestimento stand vivaista” e “Miglior allestimento stand non vivaista”.

Nella mattinata del 6, invece, c’è stata la premiazione della prima edizione del Festival internazionale del Cortometraggio botanico a “Ortuabis” di Vincenzo Rodi, capace di coniugare la ricerca estetica della natura con la forza narrativa del racconto dei protagonisti. Menzione speciale per il cortometraggio “There’s no place like home” di Lucia Ceriani e Giorgio Gori per l’originalità dello stile e per l’impegno sociale volto a sensibilizzare gli scopritori di orchidee a non toglierle dal loro ambiente naturale.

Anche l’edizione 2012 di Orticolario, come del resto le precedenti, ha una finalità benefica e, quindi i proventi della manifestazione verranno devoluti alle Associazioni del territorio che hanno collaborato alla kermessa.

 

 

Fonte: Ufficio stampa Orticolario

Photo Credit | Dario Fusaro

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.