Peperoncino, moltiplicazione per semina

di Valentina

Quando si tratta di coltivare peperoncino la scelta d’elezione della maggior parte delle persone è quella di comprare delle piantine già sviluppate presso i rivenditori specializzati. Ma in caso ci si voglia divertire fin dalla germinazione, vediamo insieme come funziona la moltiplicazione per semina.

Quando si esegue la moltiplicazione per semina

La semina del peperoncino si esegue di solito tra febbraio e marzo a seconda della propria locazione: più alte saranno le temperature ed il clima temperato, prima la stessa si potrà portare avanti. Che si scelga di coltivare in vaso o in piena terra è necessario prima di tutto far germinare le sementi in un semenzaio. Va preso un vassoio nel quale va posto uno strato di terriccio per semi, interrando i semi di peperoncini in modo uniforme cercando di lasciare almeno 5-10 cm tra le diverse file per dar modo alle piante di svilupparsi.

Come curare il semenzaio

Il semenzaio con i semi di peperoncino deve essere posto all’ombra ad una temperatura di circa. Il substrato deve essere costantemente umido: un obiettivo facilmente raggiungibile utilizzando uno spruzzatore per inumidire e da perpetrare fino alla germinazione delle piante. E’ importante ricoprire il tutto con un foglio di pellicola trasparente che funzionerà come una mini-serra. Ogni giorno essa dovrà essere rimossa per verificare il grado di umidità ed eliminare la condensa formata. Serviranno, è bene saperlo, almeno 3 o 4 settimane per la germinazione.

Avvenuta la stessa la pellicola di plastica potrà essere rimossa e aumentate sia la quantità di luce che la ventilazione man mano che le piante di peperoncino si svilupperanno. Le stesse saranno pronte per il trapianto in vaso o in piena terra quando avranno almeno 6 foglie e la temperatura si trovi sopra ai 15°C.

Photo Credits | Ezume Images / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.