Cosa piantare a maggio, il peperoncino

di Valentina

Cosa piantare a maggio per dare un po’ di vigore alle nostre coltivazioni se non una bella pianta di peperoncino? Avere a che fare con questo particolare e piccante ortaggio non è troppo complicato. A patto che scegliate la varietà giusta in base al momento di semina ed alla sua capacità di adattarsi alle temperature.

Sono così tante le varietà di peperoncino che possiamo trovare in commercio da coltivare che potremmo elencarle per ore. Quel che c’è necessario accertarsi è che  il tipo di peperoncino che noi scegliamo sia adatto al clima con il quale lo stesso dovrà avere a che fare per germinare. Questo ortaggio può essere seminato a maggio senza eccessivi problemi sia in vaso che in piena terra. Non bisogna avere paura di osare quanto prendere alcuni accorgimenti. Essi principalmente riguardano la preparazione del terreno. Se la coltura che intendete fare è in vaso, premuratevi di utilizzare un terriccio universale il più possibile sterile sopra uno strato di argilla espansa e mescolato con del concime organico. Se si vogliono ottenere dei buoni risultati infatti la terra di messa a dimora deve essere fertile.

Aiutandovi con un punteruolo di quelli specifici per queste operazioni, create delle piccole buche profonde 20 cm nelle quali verserete qualche seme, facendo in modo di ricoprire il tutto con attenzione, annaffiando brevemente per mantenere la terra umida. Se non avete tempo di effettuare la semina e volete guadagnare un paio di settimane sulla raccolta, potete puntare anche direttamente sulla messa a dimora delle piantine. In questo caso vi diamo un consiglio: quando vi rivolgete al vostro vivaista di fiducia o al negozio specializzato nel quale vi servite di solito, fate in modo tale di acquistare delle piantine che siano alte almeno 8 cm.  Procedete alla messa a dimora in piena terra senza preoccuparvi eccessivamente. Accertatevi solo di dare loro le cure  necessarie di base. Entro 40 giorni, a seconda della varietà, potrete già eseguire la vostra prima raccolta di peperoncini.

Photo Credit | Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.