Piante tropicali e grasse in autunno, cosa fare

di Valentina

Con l’autunno arrivano anche i primi freddi: cosa fare con le piante tropicali e quelle grasse? Quale è il miglior modo di agire per proteggerle ed assicurare loro la sopravvivenza? Scopriamolo insieme. Non bisogna farsi prendere dall’ansia: non serve molto.

In entrambi i casi parliamo di piante essenzialmente delicate che non sono fatte per sostenere alcune tipologie di temperatura.

Piante tropicali

Le piante tropicali sono quelle che vanno approcciate per prime: l’estate ha dato loro modo di crescere e svilupparsi bene all’aperto. Se piantumate in piena terra lo spostamento  è da considerarsi impossibile. In caso la coltivazione in vaso sia stata quella scelta, portarle all’interno è senza dubbio la scelta migliore. La collocazione deve essere scelta in base alle esigenze degli esemplari: generalmente un posto vicino alla finestra sarà quello più adeguato ad assicurare la giusta temperatura e l’esposizione solare necessaria. Quando i riscaldamenti verranno accesi, per far sì che non soffrano l’aumento della temperatura, è consigliabile nebulizzare le foglie con acqua distillata.

 

Piante grasse o succulente

Anche nel caso di alcune piante grasse o  succulente le temperature rappresentano una delle problematiche più importanti da affrontare. La maggior parte delle specie infatti proviene da zone molto calde: ciò significa che la resistenza ai valori invernali è davvero molto bassa. Al contempo però una volta  portati in casa uno dei maggiori problemi sarà rappresentato dalla possibilità di infestazioni da parte della cocciniglia. Bisogna agire preventivamente in quest caso, utilizzando un insetticida specifico per questi parassiti in modo tale che gli esemplari possano tranquillamente prosperare senza problemi.

Photo Credit | Pixabay

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.