Significato dei fiori, il castagno

di Valentina

Se esploriamo il vasto mondo del significato dei fiori per il castagno, più che con la sua fioritura, ci troviamo ad avere a che fare con il suo legno ed i suoi frutti. Siete curiosi di sapere cosa si cela dietro a questo albero?

 

Volendo tralasciare che è per l’autunno quello che le rondini sono per la primavera, il castagno è una pianta molto particolare dal punto di vista “tradizionale”. Vive infatti di moltissime storie legate a tantissimi paesi. Un esempio: sapevate che all’albero la tradizione popolare ha regalato una capacità di preveggenza, di conoscenza del futuro? Addirittura viene collegato agli uomini belli ed aitanti perché con il suo aspetto vigoroso aiuterebbe gli stessi a sviluppare il proprio “io”. Il significato delle castagne in questo caso è virtù nascosta, mentre il legno del castagno, nel linguaggio dei fiori, rappresenta la resistenza. E se ci si pensa è effettivamente un ottimo riassunto delle caratteristiche di questa pianta.

Sono diverse le leggende che coinvolgono le castagne. Una di queste vuole che molto tempo fa le castagne non possedessero il riccio ma fossero appese ai rami come le mele. Un giorno tre di loro decisero che quell’inverno non volevano soffrire né il caldo né il freddo e quindi si rivolsero al castagno più anziano. Il vecchio albero diede loro consiglio di chiedere ricci del bosco di portare i loro amici morti. Le castagne tolsero la pelliccia spinosa dai ricci e se la misero addosso, dando vita ai frutti dell’albero così come li conosciamo. Vi è un’altra leggenda legata a loro, in questo caso di origine cristiana. E si corre indietro con le lancette fino a San Benedetto. Non per la loro conformazione, ma per come le stesse si aprono. Narra la leggenda infatti che per ascoltare le preghiere delle popolazioni che volevano sfamarsi con le castagne, il santo diede loro la benedizione e queste si aprirono immediatamente, ricordando con la loro apertura il segno della croce.

Photo Credits | Peter Wollinga / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.