Lavori di novembre, la raccolta delle foglie

di gianni puglisi

Tra i lavori autunnali, e in particolare del mese di novembre, c’è la raccolta delle foglie in giardino. La caduta delle foglie è un fenomeno fisiologico messo in atto dalle piante per ripararsi dal freddo e sapendo come trattarle possono rivelarsi un ottimo fertilizzante naturale per il terreno.

Perché le foglie cadono in autunno? Quante volte ci siamo fatti questa domanda; il perché è presto detto: alla base del picciolo dove i vasi linfatici entrano nella foglia, si forma una barriera che impedisce gli scambi tra la foglia e la parte strutturale della pianta, provocando prima un deperimento, poi un cambiamento nel colore e infine la caduta.

Prima di lasciar cadere la foglia, la pianta mobilizza tutte le sostanze nutrizionali che è possibile immagazzinare per ottenere una migliore resistenza al freddo ed avere, così, più scorte possibili pronte al momento della ripresa vegetativa. Le foglie cadute, quindi, non sono uno scarto indesiderato, bensì la restituzione alla terra di sostanza organica e pertanto, sono molto utili per migliorare la fertilità del suolo.

Per chi ama vedere il giardino pulito, però, è difficile sopportare accumuli di foglie e la raccolta si rende necessaria; l’ideale sarebbe raccogliere le foglie una sola volta a spoliazione avvenuta, ma se sono tante è meglio toglierle in più volte in modo da avere volumi più semplici da maneggiare.

Le foglie possono essere raccolte manualmente usando gli appositi rastrelli leggeri con denti larghi a raggiera che non incidono il terreno, oppure meccanicamente con aspiratori triturati o, ancora, combinando le due tecniche. Le foglie raccolte possono essere gettate in una compostiera, se il volume del materiale è grande, oppure sistemate negli appositi contenitori di raccolti di sfalci e potature.

L’utilizzo ideale delle foglie cadute sarebbe quello di usarle per ottenere una pacciamatura sul terreno nudo, perfetta per evitare che quest’ultimo si inzuppi d’acqua: le foglie formeranno una specie di barriera impermeabile che sgronderà buona parte della pioggia ai lati. Infine, le foglie raccolte possono essere usate per produrre un terriccio adatto ad arricchire o alleggerire il terreno, da usare soprattutto per i rinvasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.