Le rose inglesi

di Daniela

Se amate le rose non potete non conoscere le rose inglesi, ovvero le rose create dall’ibridadore David Austin che da oltre 50 anni si occupa di incrociare le rose, con il risultato di ottenere delle piante molto belle e facili dal coltivare.

Le rose inglesi di David Austen sono originate dagli incroci tra le rose antiche e le rose moderne: dalle prime hanno ereditato la delicatezza e l’eleganza e dalle seconde i colori e la fioritura prolungata, con in più l’accentuata resistenza e l’alta capacità di adattamento. Generalmente, le rose inglesi possiedono una forma di rosetta o di coppa, i colori brillanti o delicatamente pastello, e un profumo molto sviluppato e allo stesso tempo non invadente.

Le circa 800 rose disponibili nel catalogo di David Austen vengono vendute a radice nuda, perché permettono di essere trasportate in modo più economico e poi perché permettono più soluzioni ai giardinieri. Le rose inglesi possono essere utilizzate nelle aiuole, per creare siepi e bordure, ma anche per coprire dei muri o dei pergolati grazie all’ampia varietà di rose inglesi rampicanti, e possono essere coltivate anche in vasi e contenitori.

In via di principio, per quanto riguarda la coltivazione, le rose inglesi si adattano bene a tutti i terreni, basta che non siano né troppo alcalini né troppo acidi, e amano essere esposte al sole almeno per qualche ora al giorno. Se acquistate le piante a radice nuda, mettetele a dimora al più presto, all’interno di una buca di dimensioni appropriate all’apparato radicale della pianta; lo stesso vale per i contenitori: se decidete di coltivarle in vaso, sceglietene uno di grandi dimensioni.

Per quanto riguarda le annaffiature, ricordate che il terreno deve essere mantenuto fresco e umido, anche con l’aiuto delle pacciamature. Infine, ricordate di potare le piante di rose inglesi all’inizio della primavera o, al massimo, ad aprile.

Le rose inglesi possono essere riunite in quattro grandi gruppi:

le rose ad arbusto, molto eleganti e dalle proporzioni armoniosi, e allo stesso tempo piuttosto robuste;
le rose a cespuglio, ottime per riempire un aiuola;
le rose rampicanti, che possiedono il pregio di riuscire a fiorire anche a pochi centimetri da terra;
le rose ad alberello, che una volta fiorite creano un bellissimo effetto cromatico.

[Foto]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.