Significato dei fiori, il viburno

di Valentina

Il viburno è una fioritura autunnale rustica e molto bella. Con l’abbassarsi delle temperature, mentre l’estate inizia a lasciare il posto alla stagione successiva è possibile imbattersi in questi fiori all’interno dei vivai. Scopriamo insieme il loro significato nel linguaggio dei fiori

Il viburno può contare su molti nomignoli, uno dei più interessanti è quello relativo alla forma della sua fioritura. Viene infatti chiamato anche “palla di neve” per via della forma quasi perfettamente sferica che i suoi gruppi di fiori, piccoli e di colore bianco/biancastro assumono. Si tratta di arbusto che viene coltivato anche in serra, spesso forzandone la fioritura, per essere utilizzato come fiore reciso. Piccola curiosità? La sua coltivazione è particolarmente fiorente nella regione olandese di Alsmeer.

Pur trattandosi di un pianta rustica e quindi teoricamente necessitante di poche cure, il suo significato nel linguaggio dei fiori è quello di “muoio se mi trascuri”. Penso siano evidenti le implicazioni di un suo utilizzo in un mazzo di fiori appositamente creato per lasciare un messaggio. Abbiamo comunque a che fare con una fioritura dotata di una leggenda specifica per la sua esistenza, di origine boema. Una favola racconta infatti di un giovane di nome Lucindo che aveva deciso di diventare re, e che per questo motivo lasciò la propria casa e seguì un mercante nei suoi pellegrinaggi.  Un giorno, in un paese deserto, Lucindo fu messo alla prova dagli spiriti dei defunti. Fu così dolce e caritatevole nel prendersi cura dei corpi dei defunti tormentati che sula tomba ancora fresca da lui preparata crebbe un cespuglio dai fiori bianchi e un pettirosso fatato disse a Lucindo che quei fiori di Viburno l’avrebbero reso invincibile.

Il giovane ne ebbe riprova trovandosi in un regno comandato da dodici savi in mancanza di un re e angustiato da un drago che pretendeva il sacrificio di 10 giovani ogni anno, uno per ogni sua testa.  Grazie alla forza del viburno, Lucindo riuscì a decapitare il drago con il solo aiuto di un bastone e divenne il loro re.

Photo Credit | Wikipedia

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.