Lavori di dicembre: le piante d’appartamento

di Valentina Commenta

Dicembre è arrivato, le festività si avvicinano, ma questo non significa assolutamente smettere di curare le piante che si hanno sui propri terrazzi e nei propri appartamenti. Il loro ipotetico periodo di riposo infatti (quello della maggior parte delle piante che fioriscono in primavera ed estate, n.d.r) corrisponde nel momento nel quale coloro dotati di pollice verde sono chiamati a prendersi cura con maggiore attenzione della loro “serra”.

La pianta che per antonomasia rientra tra quelle da curare maggiormente è la stella di natale insieme a tutte le altre euphorbie. Parliamo di piante molto delicate che debbono poter godere del giusto ricambio di aria, di una luce di un certo calibro e senza l’esposizione diretta al sole.

In linea generale bisogna prestare attenzione alle innaffiature delle varie piante. Anche nel caso si abbia deciso di decorare un albero di natale quest’anno. La regola, per le piante che si hanno in casa, a prescindere da particolari accorgimenti che bisogna tenere in base alla loro natura botanica, è quella di evitare sempre il ristagno di acqua; il tasso di umidità deve essere adeguato. Via libera quindi al terriccio umido e mai all’eccesso di acqua: il rischio è che le radici marciscano e che la pianta (poco importa che si tratti di un albero o un arbusto o un fiore) ne risenta fino al punto di morirne.

Stessa particolare attenzione è valida anche per le piante poste in terrazzo , e quindi sottoposte alle normali intemperie meteorologiche. In questo caso il rischio peggiore è rappresentato dalle gelate. Quindi assolutamente mai ristagni di acqua che possano favorire una possibile agonia della pianta. E’ importante riparare se possibile le piante dal vento e fare in modo che quelle più deboli o i rampicanti possano contare su un sostegno che consenta loro di non sopperire al vento.

google-max-num-ads = "1">