Arredare il giardino: la base dell’aiuola

di Valentina

Con l’arrivo della primavera e l’avvicinarsi dell’estate diventa necessario, non solo a livello estetico, sistemare il proprio giardino. Come abbiamo visto è possibile farlo in molti modi diversi: partendo dal piantare bulbose e alberelli, curando ciò che già da tempo abbiamo piantato nel nostro verde, o ancora arredando nuovamente a gusto il giardino attraverso piccoli ma significativi cambiamenti di mobilio come tavolini da giardino, o candele profumate. Gli interventi da eseguire possono essere davvero molteplici.

Vi è anche un altro modo di cambiare, ovvero quello di costruire un’aiuola. Ve lo avevamo accennato, ora vi diciamo cosa fare.

Per far sì che un’aiuola perduri nel tempo, senza andare ad inficiare il terreno né le costruzioni circostanti con le radici (specialmente se propendiamo per una serie di arbusti decorativi al suo interno, n.d.r.)è importante costruirle, sia che la si desideri rialzata che a livello del terreno, una sorta di contenitore, delle vere e proprie fondamenta di calcestruzzo che funzionino, per capirci, a mo’ di vaso. Si possono usare anche dei mattoni a tal scopo.

Bisogna però accertarsi di due fattori: il primo è che la parte alta del fondamento sia livellata, e soprattutto se si utilizzano dei mattoni, è necessario lasciare degli spazi nel primo giro affinchè venga in qualche modo favorita l’uscita dell’acqua che ristagnando creerebbe problemi. Va da se che se si decide per una intonacata dell’esterno (questo ovviamente in caso di aiuola rialzata, è necessario passare un materiale isolante-impermeabile all’interno della nostra buca.

Sebbene per un lavoro del genere sia consigliabile affidarsi a mani esperte (cosa da fare assolutamente se volete dedicarvi a qualsiasi elemento, per esempio, di un giardino giapponese, n.d.r.), se si ha l’intenzione di fare tutto da soli, bisogna ricordare l’importanza del drenaggio e del fatto che questo debba essere favorito nella costruzione stessa del “recipiente” della nostra aiuola. Non solo, bisogna prestare molta attenzione alla presa delle misure. Non solo a livello tecnico, ma anche a livello estetico. Immaginate di aver bisogno di creare un’aiuola da un metro e mezzo e di ritrovarvi con una capacità di nemmeno 80cm. Può accadere, quindi ricordate, la parola d’ordine deve essere precisione.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.