Aspraggine, erba spontanea commestibile

di Valentina

L’aspraggine è un erba spontanea che cresce senza difficoltà nel prati di tutta l’Italia, tranne che nella zona della pianura padana. Essa è riscontrabile in praticamente ogni tipologia di terreno, anche se il suo aspetto spesso tiene lontani anche noi esseri umani dal suo consumo.

Ed è un errore questo, dato il suo sapore gradevole. Avete presente quella pianta molto simile alla cicoria ricoperta di peli uncinati che la rendono pungente? Ecco proprio quella. A dispetto del suo aspetto non invitante ed un nome che non le rende giustizia, l’aspraggine è una delle piante spontanee commestibili più buone da consumare. Di aspro infatti ha solo il lattice che fuoriesce dalla pianta se la stessa viene spezzata. Dai peduncoli ascellari che si sviluppano nella parte terminale di questa erbacea nascono i fiori, raccolti in piccoli capolini.

L’aspraggine, conosciuta anche con il nome scientifico di Picris echioides si traduce anche come lattuga amara. Sono diverse le sue varietà utilizzate in cucina tra le quali quella chiamata aspraggine lattaiola, la sua versione “volgare”, dalle foglie più strette e dalla nervatura centrale rossastra. Si tratta di una pianta davvero interessante anche dal punto di vista nutrizionale: è possibile infatti riscontrare nella stessa sali minerali, vitamine, mucillagine, acidi organici e sostante tanniche. Essa viene usata in decotto per pulire ferie, escoriazioni e piaghe. Ed il suo consumo è sempre consigliato previa cottura al fine di far scemare il gusto amarognolo nel quale ci si può imbattere.

La sua fioritura va da giugno ad ottobre e la sua presenza è pressoché costante tutto l’anno. La sua moltiplicazione avviene per seme. Di solito non viene coltivata appositamente, dato che il suo ciclo vitale è perfettamente in grado di provvedere da solo alla sua riproduzione. La sua altezza massima può arrivare a toccare i 90 cm ed in alcune zone, se non tenuta sotto controllo, può divenire infestante.

Photo Credits | Martin Fowler / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.