Coltivare la vite sul balcone

di Giulia Tarroni

Per coltivare la vite sul proprio balcone di casa, occorrerà piantarla  in un vaso di grandi dimensioni ed avere un pochino di spazio a disposizione: infatti il contenitore che andrà ad accogliere la pianta dovrà misurare almeno 50 cm di larghezza e 50 cm di profondità, o dimensioni maggiori. Quando dovrete poi eseguire questo invaso? Senza dubbio il periodo migliore per l’impianto è quello di inizio inverno, nelle regioni a clima mite, o a fine inverno, dove il clima è più freddo, in ogni caso è da fare quando la pianta è a completo riposo.

Al momento dell’impianto dovrete in primo luogo miscelare il terriccio universale da giardino ricco di humus con del letame maturo oppure organico biologico, a cui andrete ad aggiungere anche della pomice a granelli, per far si che il terreno dove la pianta della vite sarà accolta, possa drenare l’acqua in eccesso con facilità. Infatti occorre evitare chela vite abbia del ristagno di acqua, che senza dubbio non fa bene al suo corretto sviluppo: una buona idea è fare un sottile strato di pomice sul fondo del vaso, coprendo il tutto con del tessuto non tessuto.

Proprio per evitare i ristagni di acqua fate bene attenzione al liquido residuo che resta nel sottovaso dopo l’innaffiatura. Infine un piccolo consiglio pratico: già al momento dell’impianto potete fare una leggera potatura di pulizia, per favorire la crescita della pianta ed il suo corretto sviluppo. Tra le diverse varietà vi segnaliamo anche la vite canadese, un rampicante autunnale perfetto per balconi e terrazzi.

Foto credits: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.