Perchè scegliere il concime biologico?

di Giulia Tarroni

La scelta della giusta concimazione è importante per garantire alle piante la giusta crescita, con i nutrimenti necessari e fondamentali. Solitamente la scelta ricade su una concimazione chimica, in quanto più facile e pulita, che si basa sul principio della restituzione alla terra degli elementi persi dal terreno nel corso del tempo, a causa della coltivazione. Ma scegliere un concime biologico può rivelarsi un’ottima soluzione, soprattutto per non stressare il terreno.

Infatti l’utilizzo prolungato di concimi chimici alla lunga stressa il terreno, che è un elemento vivo e vitale, lo rende sempre meno fertile e sempre più chimico, meno naturale. Scegliere una concimazione organica, fatta di letame, compost e tutti gli elementi propri del terreno stesso, arricchisce la terra, migliorando l’impasto del terreno e le porta quei micro elementi che vivrebbero naturalmente in essa e che, giorno dopo giorno, la rinnovano.

Questo tipo di concime tra l’altro si può anche creare in casa propria. Come? In commercio si trovano delle compostiere che permettono di realizzare il compost in maniera facile e veloce, risparmiando tempo e soprattutto denaro. Infine, non meno importante, ricordiamo che il concime organico è la soluzione migliore in tema di sostenibilità ambientale: stallatico, compost ma anche borlanda, cornunghia, e altri che vorrete farvi consigliare dai rivenditori, a seconda di ciò che dovrete fertilizzare e del grado di azoto o potassio che dovrà contenere.

Foto credit Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.