Come far rifiorire i ciclamini

di Valentina

Vediamo come far rifiorire i ciclamini. Si tratta di una pianta da fiore molto bella che spesso per via del tempo non clemente o qualche tende a seccarsi in anticipo. A tutto ciò si può rimediare.

La prima cosa da premettere è che il ciclamino è una pianta che soffre molto se tenuta in casa, quindi se il vostro è un esemplare da interno fate in modo tale che possa godere dell’aria e della temperatura adatta al suo sviluppo. Nei mesi più freddi potete tenerlo fuori di giorno ed in casa di notte. Detto questo vediamo effettivamente come far rifiorire il ciclamino.

Dopo la fioritura bisogna eliminare tutte le foglie ed i fiori secchi rimasti fino alla base del bulbo. Dopodiché bisogna lasciare le piante di ciclamino in un luogo luminoso senza più bagnarli come si faceva nel momento della fioritura. Basta metterle sul balcone in modo tale che possano godere delle precipitazioni atmosferiche. Nel caso non si possa fare altro che tenerle in casa è necessario annaffiarle quando si nota che il terreno si è seccato.

Questo porta la fioritura, soprattutto nel periodo di settembre ed ottobre a rinascere, partendo dalle piccole foglioline che ricominceranno ad apparire. La pianta, se la avrete trattata bene, ricomincerà a fiorire. E’ ovvio che per mantenere la fioritura in questo caso dovrete ricominciare ad annaffiarlo con costanza. Fate questo anche se dalla prima fioritura del ciclamino vi è rimasto solo il bulbo interrato. Come vedete, con un piccolo sforzo si può recuperare una pianta tanto bella.

Photo Credits | Photology1971 / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.