Fiorite le zinnie nello spazio

di Valentina

Sono fiorite le zinnie nello spazio. Arrivano finalmente buone notizie in tal senso dalla Stazione Spaziale Internazionale dopo alcune immagini non emozionanti di questo esemplare nelle ultime settimane.

Avevamo quasi perso la speranza di vedere le zinnie in fiore sull’ISS. Eppure questa stupenda pianta ci ha stupito: le cure degli astronauti si sono rivelate sufficienti a dare modo a questo esemplare di sbocciare in tutta la sua bellezza. Fiori gialli con stupende striature arancioni. Una fioritura di zinnia sulla Terra può anche lasciare indifferenti. Ma quando questo accade a molti chilometri di altezza, in condizioni sperimentate ora per la prima volta per quanto riguarda questa tipologia di piante, non si può fare a meno di gioire e sentire di aver raggiunto un traguardo importante.

La felicità per la riuscita dell’esperimento è palpabile nel tweet di Scott Kelly. È lui l’astronauta che si è occupato di coltivare i fiori, curandoli quanto necessario e tentando di dare loro tutto ciò di cui avevano bisogno. Anche una lotta serrata contro muffe e ruggine: due malattie che al contrario della fioritura non hanno avuto problemi a svilupparsi ed a mettere in difficoltà lo sviluppo delle zinnie. Kelly è un biologo, quindi una delle persone più preparate a gestire le emergenze riguardanti la fioritura. A Natale sembrava che le infezioni avessero preso il sopravvento. Ma con interventi mirati e (chi lo sa) anche con le tante parole rivolte a queste piantine, la situazione è migliorata, fino a giungere, il 16 gennaio del 2016, ad una stupenda fioritura di zinnie che marcherà il momento in cui una pianta più complessa è stata in grado di sbocciare.

Photo Credit | Scott Kelly Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.