Insalate e verdure: cosa significa montare a seme?

di Valentina Commenta

Cosa significa montare a seme? E questo cosa composta quando si parla di verdure? Scopriamolo insieme, tentando di capire quanta libertà si ha con insalate e verdure nel momento in cui questo accade. Soprattutto a livello alimentare.

verdure fiorite nell'orto

In agricoltura far montare a seme una piana significa lasciarla sviluppare fino a che non produce semi. E per ciò che riguarda le insalate e le verdure, nella maggior parte dei casi questo significa ottenere un prodotto meno buono dal punto di vista organolettico. La maggior parte degli ortaggi prodotti contiene i semi al suo interno e quando noi li raccogliamo, ipoteticamente non abbiamo problemi nell’estrarli dal loro interno: basti pensare ai peperoni o ai pomodori tanto per fare un esempio. Un discorso differente coinvolge però le verdure a foglia e le insalate.

E’ la loro stessa composizione a determinarne l’evoluzione. Quando noi raccogliamo i cespi di insalata o verdura lo facciamo che le foglie sono ancore tenere, a dispetto di quanto talvolta esse possano essere grandi in dimensioni: consumiamo quindi una pianta giovane, saporita e gustosa. Se si fa crescere la pianta e la si porta alla fioritura, le sue proprietà ed il suo sapore risulteranno modificati rispetto al classico sapore che associamo loro e saranno più dure e coriacee.

E’ anche per questo che quando si porta una pianta a montare a seme si porta in campo il concetto della sua resistenza. Sia le insalate che le verdure rimangono commestibili, sebbene perdano quella delicatezza e bontà alla quale siamo abituati durante il consumo.

Photo Credits | Antonsov85 / Shutterstock.com

google-max-num-ads = "1">