Mal di schiena, come evitarlo facendo giardinaggio

di Giulia Tarroni

Fare giardinaggio è una vera e propria attività fisica: si muove tutto il corpo, in particolare utilizzando braccia  e gambe. Per questo motivo occorre avere alcuni accorgimenti quando si decide di intraprendere un’attività di questo tipo, per non ritrovarsi il giorno seguente a letto con il mal di schiena.

Non state troppo tempo piegati

Può sembrare una cosa ovvio ma stare troppo tempo piegati provoca alla lunga dolore alle gambe o alla schiena. Per non appesantire il corpo scegliere uno sgabello basso, per non sforzare la schiena.

Non piegatevi in avanti

Meglio inginocchiarsi che piegarsi in avanti: alla lunga infatti la zona lombare vi provocherà fitte di dolore davvero fastidiose, che non fanno di certo bene al vostro organismo.

Occhio alle braccia

Quando rastrellate le foglie o raccogliete l’erba, o potate i rami con le forbici, esercitate sulle braccia una pressione anomala. Il giorno dopo potreste ritrovarvi con le braccia o i muscoli pettorali indolenziti. Evitate pertanto di utilizzare a lungo tali strumenti, facendo spesso delle pause.

Cambiate spesso postura

Cambiate spesso non solo la postura ma anche attività: potate qualche ramo, poi spostatevi a sistemare dei vasi, poi raccogliete delle foglie, e infine finite di potare. Eviterete di esercitare troppa pressione su un singolo atto. Spostate spesso il peso dalla gamba destra a quella sinistra e viceversa. Infine un altro consiglio utile è quello di evitare di trasportare delle cose troppo pesanti: se proprio non potete farne a meno, tenete il peso vicino al corpo, facendo in modo tale da avere dei movimenti lineari.

Stretching

Infine un consiglio: al termine di una giornata di lavori in giardino, fate un pochino di esercizi di allungamento.

Foto credit Thinsktock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.