Perugia Flower Show: il festival delle piante rare

di Valentina

Si conclude oggi il Perugia Flower Show, l’evento florovivaistico più importante ed atteso nel nostro paese per ciò che riguarda l’esposizione e la conoscenza di piante rare. Giunto al quarto anno di vita questo evento attira visitatori davvero senza spendere troppe parole. E’ solo in questo particolare weekend di maggio infatti che appassionati ed esperti hanno modo di godere, sul territorio italiano, di flora proveniente da ogni parte del mondo.

Fiori rari, piante importanti che per un weekend intero si trovano tutte “sotto lo stesso tetto” presso i Giardini del Frontone di Perugia.  Attirando visitatori nell’ordine, così raccontano le cronache stupefatte dello scorso anno, delle sedicimila unità.

Perché va detto, gli italiani non hanno ancora una forte tradizione ecologica, ma quando si tratta di fiori e soprattutto di piante rare, la curiosità e la voglia di coinvolgimento sono così forti che difficilmente si fanno scappare occasioni importanti come quella di Perugia. Anche perché, non va dimenticato, si parla di una mostra mercato, al quale interno è possibile anche acquistare ciò di disponibile che si ritiene interessante e necessario.

Quest’anno all’esposizione saranno presenti più di sessanta florovivaisti professionisti, accuratamente selezionati da un comitato scientifico appositamente costituito per l’occasione al fine di far emergere uno “standard” floristico il più elevato possibile, dando modo a chi partecipa all’evento di rimanere letteralmente a bocca aperta. Non solo, chiunque parteciperà avrà modo anche di imbattersi in collezionisti ed appassionati del settore che metteranno in mostra le proprie collezioni.

Partecipare al Perugia Flower Show non significa semplicemente passeggiare attraverso metri quadrati di verde godendo dello spettacolo di piante rare. Al pari di molte altre mostre del settore sarà possibile utilizzare parte del tempo per affinare le proprie conoscenze. In questo caso ci pensano gli studenti ed i docenti della vicina facoltà di Agraria che all’interno dell’Ateneo  ospiteranno convegni di diversa tipologia destinati ad esperti e neofiti. Agronomi, giardinieri: un pout pourri di esperienze che culmineranno, in alcuni casi in veri e propri corsi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.