Franciacorta in Fiore: viaggio tra tradizione e colori

di Valentina

E’ iniziata ieri, e proseguirà per tutto il weekend la rassegna floristica “Franciacorta in fiore”. La primavera è in assoluto la stagione più adatta per la tenuta di qualsiasi evento floristico che si rispetti. La rinascita delle piante dopo il lungo “letargo” dell’inverno, le bulbose che rinascono: tutto diventa una festa di colori e profumi. E mai come nel mese di maggio è possibile vivere tutto ciò. Questa pregevole manifestazione, organizzata ancora una volta dal Comune di Cazzago San Martino, nel Bresciano, dallo scorso anno può fregiarsi non solo delle più belle rose di maggio, ma anche diu una Medaglia d’oro della Presidenza della Repubblica.

Ancora una volta, grazie alla partnership con interlocutori di una certa importanza, darà modo ai suoi visitatori di venire a contatto con il meglio che la botanica può offrire.

Quello di Franciacorta in fiore è un viaggio alle origini della zona vissuto dal punto di vista floristico: sebbene siano presenti diversi stand di diverso tipo è come sempre l’immensa esposizione di fiori primaverili a farla da padrona.  Piante grasse, alberi, bulbose primaverili e soprattutto loro, le rose, padrone incontrastabili di una fiera che dopo tanti anni non smette ancora di stupire. E di attirare persona da tutta Italia.

La peculiarità di questa manifestazione non è solo nella mostra mercato, una delle più interessanti nel panorama botanico della penisola, ma soprattutto nei laboratori che ogni anno prendono vita all’interno delle giornate di esposizione. Variegati, anche a base storica, quelli con protagonisti i fiori sono tra i più apprezzati. Quest’anno in particolare, l’attenzione degli astanti potrà venire focalizzata dalle dimostrazioni floreali a cura della scuola “Floral Studio” ma soprattutto dall’arte Ikebana a cura dell’insegnante ed esperta Rosa Lieonart.

Parliamo dell’arte di comporre con i fiori recisi delle composizioni che esprimono armonia e passione.  E se le sculture con gli ortaggi non mancheranno di stupire, ancora di più lo farà il poter vivere il fiore dal punto di vista microscopico grazie all’Associazione Botanica Bresciana: un appuntamento da non perdere!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.