Le piante adatte all’ufficio

di Daniela

Molti di noi passano in ufficio gran parte della propria giornata e quindi è normale volerlo rendere un luogo confortevole e non solo un posto di lavoro; cosa c’è meglio delle piante per personalizzare un ambiente che sprizza formalità da tutti i pori? Avere una pianta in ufficio ha molteplici vantaggi; innanzi tutto rende il vostro spazio più personale e meno anonimo e poi migliora l’aria che respirate con notevoli benefici in termini di salute e quindi di resistenza allo stress.

Non tutte le piante, però, sono adatte a vivere in ambienti chiusi come quelli dell’ufficio, in quanto devono essere in grado di sopportare la presenza costante di luci artificiali, pc, fotocopiatrici e stampanti sempre accesi. Le specie che si adattano meglio a vivere in ufficio sono la felce di Boston, il ficus, la gardenia, le piante grasse, la Pachira e la Kentia.

Le piante più facili da coltivare sono sicuramente le piante grasse in quanto richiedono minori cure, mentre quella più impegnativa tra quelle presenti nell’elenco è sicuramente il Ficus Benjamina, che poi è anche la pianta più diffusa negli uffici.

Questa specie di Ficus è sicuramente molto decorativa e se curata bene cresce molto rigogliosa, ma ha bisogno di diverse attenzioni: dovete mantenere la temperatura al di sopra dei 10°C e non dovete esporla alle correnti d’aria; inoltre perde le foglie molto facilmente e quindi vi ritroverete anche il pavimento da pulire.

Le piante più adatte agli interni, in questo caso, sono la Kentia, che tollera anche la mancanza di luce, come ad esempio accade in ufficio chiuso il settimana, e la cui unica necessità è quella di non esporla a fonti di calore, e la Felce di Boston, una sempreverde che si presta molto bene agli ambienti chiusi in quanto non tollera il freddo; inoltre, questa felce è in grado di rimuovere 20 microgrammi all’ora di formaleide, una sostanza emessa dai pannelli con i quali sono costruite la maggior parte delle pareti divisorie e di mobili per l’ufficio.

Per avere una pianta in ufficio non è necessario essere giardinieri provetti, ma ciò non significa trascurarla, quindi prestate attenzione alle sue esigenze in fatto di luce e di annaffiature, e provvedete anche a togliere la polvere dalle foglie e ad eliminare i fiori o le foglie appassiti.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.