Raccolta delle olive 2014, cosa aspettarsi

di Valentina

Cosa aspettarsi dall’attuale raccolta delle olive? Il 2014, a causa di un tempo meteorologico un po’ pazzerello ed una stagione davvero attiva della mosca delle olive, potrebbe rivelarsi un’annata non troppo fortunata, soprattutto per i piccoli agricoltori che possiedono qualche pianta.

Molte persone che abitano in campagna, e chi vi scrive è una di quelle, possiede tante piante quante necessarie alla propria autonomia in materia di olio: chi ha provato nella sua vita quello appena spremuto dalle olive da lui raccolte difficilmente sarà in grado di abituarsi nuovamente all’acquisto in grande distribuzione di questo alimento. E’ per tale motivo che gli uliveti vengono curati come una sorta di figlio attraverso la potatura al momento giusto, una manutenzione ideale ed il monitoraggio di eventuali insetti parassiti. Il 2014, soprattutto da questo punto di vista si è rivelato difficile. Meno olive, più piccole ed un attacco pressoché costante alle piante da parte di insetti ghiotti della sua linfa e dei suoi frutti.

Uno dei parassiti che a causa del maltempo è stato difficile debellare è la mosca dell’olivo. Le sue punture trofiche nei frutti hanno lasciato il segno, indebolendo la tenuta degli stessi all’albero e portando le olive spesso a marcire quando ancora attaccate allo stesso. Di solito si tende ad approcciare con molta cautela la disinfestazione degli alberi di ulivo per non mettere a repentaglio la propria salute quando le stesse verranno macinate o conservate intere per il consumo.

Quello che dovrete aspettarvi quindi per questa raccolta delle olive è essenzialmente una pesatura molto minore rispetto al passato delle stesse. Prima di procedere, verificate che vi sia ancora margine di crescita per le stesse: avrete tempo per raccoglierle fino ai primi di dicembre in alcune zone. Mai come quest’anno, dato il colpo inflitto alla qualità dei frutti, è necessario regolarsi adeguatamente prima staccare le olive dall’albero.

Photo Credit | Valentina Cervelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.