Significato dei fiori: la fritillaria

di Valentina

Oggi parleremo di una pianta davvero particolare nel nostro consueto appuntamento del lunedì con il significato dei fiori. Ci occuperemo, infatti, della fritillaria, una bulbosa dall’aspetto molto grazioso ed al contempo dimesso. La cui immagine ha un po’ dettato quello che viene riconosciuto come suo linguaggio universale. Scopriamo insieme questa fioritura.

La Fritillaria è un fiore tra i più amati dai francesi. Grazie a quella che per secoli è stata la tradizione popolare del luogo. Vi basterà pensare che nel diciassettesimo secolo, la moda stessa esaltava questa bulbosa, riproducendola sulle stoffe e utilizzandola dal vivo come ornamento. La particolarità dei suoi petali, picchiettati di quadratini bianchi e neri gli ha fatto valere questo nome. In lingua latina, infatti, fritillaria significa scacchiera.  Per ciò che riguarda il suo significato, bisogna risalire indietro nel tempo fino agli Ugonotti, quando gli stesso fuggirono dall’Inghilterra portando con loro dei semi del fiore che venne in questo modo coltivati anche nel “continente”. Nel linguaggio dei fiori la fritillaria rappresenta fuga e persecuzione.

C’è una leggenda legata a questo fiore, nella specie della fritillaria imperialis. Per inciso, si tratta di una delle tipologie di fiori appartenenti alla famiglia considerata inconfondibile dagli appassionati, grazie ai grandi fiori gialli e rossi pendenti  che ne caratterizzano la fioritura e che la fanno somigliare ad una corona di campanelle.  Il mito in questione è tipico del mondo cristiano. Secondo la leggenda, infatti, il portamento di questi fiori ha origine nel corso della “via crucis” nel momento in cui Gesù Cristo saliva al Golgota. Tutti i fiori al suo passaggio chinavano il capo, tranne la fritillaria, che in modo arrogante e fiero rimase con il capo in alto. Nel momento in cui Gesù posò il suo sguardo su di lei però, il fiore arrossì e umilmente chinò i suoi fiori. Le gocce di nettare che compaiono alla base di ogni fiore, sono secondo la leggenda le lacrime che da quel momento la pianta continua a versare, così grandi che cadono a terra appena si tocca la corolla.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.