Coltivazione del ravanello: le varietà

di Redazione

Il ravanello è una verdura apprezzata da molti, perfetto per rallegrare una bella insalata o un piatto fresco. Oggi ci occupiamo delle diverse tipologie di pianta: per prima cosa segnaliamo che la pianta di ravanello si può suddividere in tre categorie, ovvero quella a ciclo breve, con crescita estiva o autunnale e quella invernale.

Ravenello a ciclo breve

Questa particolare varietà è caratterizzata da un tubero piccolo e arrotondato, il cui raccolto si matura velocemente, già anche in tre settimane dalla semina. La pianta di ravanello di questa categoria  matura più o meno tutto l’anno, fatta ad eccezione dei periodi più freddi e di gelata.

Ravanello estivo

La qualità tipicamente estiva o autunnale ha un ciclo di coltivazione lunga, di sei mesi circa, con delle radici lunghe e di media grandezza. Le piante dovranno essere piantate a circa quindici centimetri di distanza l’una dall’altra, con un fabbisogno di acqua piuttosto frequente: fate attenzione a non far mai mancare l’acqua alla pianta di ravanello, evitando il ristagno se si tratta di coltivazione in vaso.

Ravenello invernale

In questo caso il ciclo di coltivazione è di tre mesi circa, con delle radici molto grandi.

Foto credits: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.