Che pianta è il pino mugo?

di Valentina

Se vi trovate ad andare in vacanza in Alto Adige potreste imbattervi in piatti della tradizione a base di pino mugo. Vogliamo scoprire insieme di che tipo di pianta si tratta? Iniziamo subito con il dirvi che è una conifera, proprio come pensate.

Si tratta di una pianta che viene definita “pioniera” e che resiste bene in alta montagna insieme a faggio e larice, gli altri due alberi che riescono a sopravvivere adeguatamente. Non è un esemplare facilissimo da riconoscere, perchè grazie alla sua forte capacità di adattamento possiamo trovate il pino mugo nella sua forma di albero, o anche di arbusto. Nelle condizioni più difficili può diventare anche una pianta strusciante, specialmente sui dirupi. Insomma, ha capacità botaniche davvero straordinarie.

Ed è per questo motivo che è la conifera che riesce a crescere più in alta quota di tutte. Intorno ai 2500 metri, suo limite di crescita, diventa una pianta contorta e quasi prostrata a terra in grado di fissare le proprie radici anche in mezzo a due rocce. Non di rado la si incontra mista nella crescita a mirtilli, rododendri ed erica. A livello geofisico è utile perchè quando nella sua forma “tappezzante”, riesce a rendere stabile il manto nevoso ed evitare frequenti valanghe.

Come vi abbiamo accennato inizialmente essa viene utilizzata sia in erboristeria e fitoterapia per approcciare alcuni tipi di patologie, in particolare quelle respiratorie. Dal pino mugo si ottiene infatti il mugolio, un estratto dal forte potere balsamico. Ma non di rado si utilizza in cucina come aromatizzante di burri e risotti. Di solito nei giardini viene utilizzata la sua forma prostrata, molto bella una volta fiorita e spettacolare nella sua colorazione a seconda delle varietà che si piantano. Non solo, data la sua capacità di resistenza si adatta praticamente a qualsiasi ambiente la si inserisca. La sua manutenzione non è molto onerosa: basta ricordarsi tutto quello che è necessario mettere in atto per le piante acidofile.

Photo Credits | Cortyn / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.