Come coltivare i funghi in casa

di Redazione

Amate i funghi? Pensate che potete anche coltivarli direttamente sul vostro balcone o nel giardino: ecco alcuni consigli fondamentali per farli crescere senza problemi, per tante sfiziose ricette!

Scegliere la giusta varietà

Tra quelli che più si adattano a una coltivazione domestica senza dubbio vi sono le varietà Pleurotus, Champignon bianco e Shiitake. Ovviamente le tecniche di coltivazioni sono analoghe, ma il substrato è diverso: la paglia per il Pletorus, la segatura di legno per gli Shiitake e il compost di letame per gli Champignon.

L’habitat giusto

Proprio come le piante anche i funghi per crescere necessitano del giusto habitat: scegliete un posto che non sia troppo soleggiato, non esposto a correnti d’aria e con un buon grado di umidità, la temperatura inoltre dovrà essere piuttosto costante attorno ai 20 gradi. Un esempio? Una cantina con una bella finestra potrebbe essere l’ideale, oppure anche un garage. Mettete poi i vostri funghi all’interno di un contenitore in legno, evitate materiali sintetici, anche una cassetta in legno semplicissima può essere il luogo ideale per la loro coltivazione.

Il substrato

In base alla varietà che avrete scelto, mettete nella cassetta il substrato insieme al terriccio: abbiate cura di non sceglierlo troppo acido, fatevi consigliare. La cassa andrà riempita per bene, fino a 5 centimetri dal bordo, annaffiate con cura e poi lasciate il tutto a riposo per una settimana, anche dieci giorni.

Interrate i miceti

Una volta che il vostro substrato sarà pronto, potrete procedere ad interrare i miceli del fungo: più o meno la profondità sarà di 5 centimetri, distanziandoli di almeno una decina l’uno dall’altro. Annaffiate con regolarità. Vedrete che una ventina di giorni inizieranno a spuntare i primi timidi funghi, che piano piano cresceranno fino a diventare rigogliosi.

Foto credit Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.