Decorazioni di Natale, puntare a piante “estreme”

di Valentina

Spread the love

Avete in mente di preparare delle decorazioni di Natale dell’ultimo momento? Puntate su piante estreme, su esemplari che non avreste mai correlato alle festività o che possano in qualche modo stupire le persone che verranno a trovarvi.

Ghirlande natalizie, vischio e agrifoglio sono stupendi a vedersi, ma anche dei classici da un certo punto di vista. Se avete voglia di stupire o di fare qualcosa di diverso dal solito, vi invitiamo a cercare delle alternative meno scontate. Un esempio: avete mai pensato di decorare un cactus? Attenzione: non stiamo parlando del cactus di Natale, pianta succulenta tipica della tradizione, ma di vere e proprie cactacee che da trasformare appositamente per queste festività. Certo sarà necessario fare attenzione nel gestirle ma provate a far volare la fantasia ed immaginate dei cactus di media altezza decorati con luci natalizie e piccoli fiocchi di colore rosso: incredibili.

O ancora delle palme il cui tronco viene addobbato di luci colorate per tutta la sua lunghezza.  Non vi sono limiti da dover rispettare quando si parla di addobbo e decorazioni natalizie. L’unico vero ostacolo all’utilizzo di piante estreme rispetto alla tradizione è semplicemente il non volersi lasciare andare. Il consiglio, come sempre, rimane quello di osare e di lavorare da soli alle proprie decorazioni se se ne ha la possibilità ed il tempo. Sono 3 i colori della tradizione: rosso, verde ed oro. Finché ci si muove su questa linea, o su luci colorate di qualsiasi tipologia, non c’è il rischio di sbagliare. A prescindere dalle piante decorate.

Photo Credits | ilolab / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.