Ghirlande di natale con bacche e pigne

di Valentina

Il Natale, come ogni festa, può stimolare la creatività di chi decide di festeggiarla. Oggi insieme vedremo come comporre una ghirlanda con bacche, pigne, ed altre componenti naturali, in modo tale da non far mancare un tocco di verde (e rosso)nelle nostre case.  Certo, in vendita vi sono ghirlande di tutti i tipi, ma volete mettere la soddisfazione di crearle da soli, con le proprie forze? Non vi è paragone. Vediamo come fare,  magari utilizzando per la nostra composizione delle piante natalizie.

Vi sono due modi di agire: uno se accettate di poter mettere nella vostra composizione degli elementi non appartenenti alla natura ed un altro se volete che la vostre ghirlande siano naturali al 100%. Nel primo caso, ve lo diciamo subito, oltre a bacche di pungitopo e piccole pigne, dovrete acquistare una corona in polistirolo o in spugna, (si trovano in qualsiasi negozio di fai da te, n.d.r.) sulla quale avvolgerete un nastro rosso fino a ricoprirla completamente.

Fissate le estremità con la colla a caldo.  E con la stessa, a vostro piacere, ricoprite la corona con  delle fettine di agrumi fatte essiccare, le pigne e le bacche che vi abbiamo suggerito in precedenza, anche foglie di pungitopo, quasi a ricreare la pianta.  In questo caso la vostra fantasia potrà avere pieno e libero sfogo. Potete aggiungere dei fiori secchi, ed ancora colorare le pigne, come si faceva una volta nei lavoretti dei bambini delle scuole elementari, con dei colori argento ed oro, o utilizzare della porporina per rendere tutto più brillante.

Non ci sono veramente limiti. Se invece volete partire “da zero” ed usare tutte componenti naturali, dovete accertarvi di avere del materiale adatto su cui lavorare. Il consiglio è quello di utilizzare del fil di ferro, o dei rametti di salice e cipresso, solitamente molto malleabili ed adatti ad essere foggiati in diverse forme. Il trucco sta nel creare con loro una struttura stabile e poi decorare il tutto con foglie secche o fresche e tante bacche e pigne, aiutandovi con la colla a caldo e tanti nastri colorati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.