FlorArte, appuntamento ad aprile tra dipinti e composizioni floreali

di Valentina

Un giardino d’arte: così è stata definita la manifestazione florovivaistica FlorArte. Un evento unico nel suo genere nel quale, letteralmente,  l’arte e la natura nella sua espressione più bella di fiori e piante si uniscono a creare delle composizioni floreali di magnificenza assoluta, ispirandosi con i propri colori ed i propri profumi, ad una opera d’artista già esistente. Quest’anno l’appuntamento è ad aprile.

FlorArte è una mostra dove i fioristi vengono chiamati ad esprimere tutte le loro capacità ed il loro eclettismo, ottenendo un aiuto anche dalla location scelta per le installazioni: la Serra Monumentale del Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano, in Liguria. Per l’edizione di questo anno si è pensato di collegare le composizioni alle opere del maestro Agenore Fabbri e alla scuola di ceramica di Albisola e più nello specifico alle ceramiche di Eliseo Salino e Angelo Biancini nel Santuario del Bambino di Arenzano.

Quest’anno FlorArte assume suo malgrado, per la cittadinanza e per gli estimatori della rassegna, un valore particolare. Si trova infatti improvvisamente “orfana” del suo creatore, il giornalista Giorgio Sguerso, che insieme alla moglie ideò questo particolare evento nel 1999 per riportare la cittadina ai fasti artistici e pittorici del suo passato.

L’idea di abbinare ad ogni opera d’arte una composizione floreale, come accade ora presso FlorArte,  nasce durante un incontro con Chicco Pastorino, uno storico esperto di botanica e già curatore degli allestimenti di Euroflora. La particolarità di questa manifestazione risiede proprio nel rapporto speculare che si è venuto a creare tra arte e natura. Solitamente è la prima ad ispirarsi alla seconda: grazie all’intervento dell’uomo, che la plasma, si viene a creare un rapporto di dipendenza di tipo opposto.

FlorArte non è solo una rassegna importante dal punto di vista florovivaistico: è anche una possibilità tangibile di tutelare il giardino storico della città ed al contempo puntare l’attenzione dei turisti sull’importanza della tutela dell’ambiente e sulla biodiversità. L’appuntamento è dal 20 al 25 aprile ad Arenzano. Per coloro interessati ad esporre i propri prodotti alla mostra mercato di vivaismo, nel sito ufficiale della rassegna è possibile ottenere maggiori informazioni sui passi da intraprendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.