Giardini in bottiglia (quinta parte) le cure necessarie

Spread the love

giard in bott

Mettete il vostro contenitore di vetro dove riceva la giusta quantità di luce, ma non esponetelo ai raggi diretti del sole. Un davanzale verso nord è l’ideale. Vi accorgerete che la condensa si ferma sulle pareti interne della bottiglia ogni pochi giorni. Questo non deve preoccuparvi: togliete solamente il tappo per qualche ora fino a lasciar seccare la composta in superficie, poi richiudete. Lasciare aperto il contenitore serve inoltre a rinnovare con aria fresca l’atmosfera del ‘giardino‘.

Più o meno una volta la settimana, dovrete controllare il vostro giardino in bottiglia, per vedere se necessiti di qualche cura. Se vedete qualche foglia morta o sostanze in putrefazione sul terreno, toglietele immediatamente. Appena vi accorgete che qualche foglia sta scolorendo toglietela immediatamente perché potrebbe favorire lo sviluppo di batteri o di muffe entrati casualmente e inattivi fino ad allora. Se una pianta sta crescendo con grande vigore e comincia ad occupare sempre più spazio nella bottiglia, sarà bene potarla subito per evitare che soffochi le altre piante. Se tutto va bene, non dovreste preoccuparvi di altri interventi: le vostre piante baderanno benissimo a se stesse. Basterà rinnovare la tavoletta di fertilizzante ogni 2-3 mesi per favorire una sana crescita.

Se gli insetti riescono ad entrare nel vostro giardino in bottiglia dovete preoccuparvi immediatamente di eliminarli tutti prima che lo distruggano. Se gli aggressori sono solo dei pidocchi, basterà spruzzare un po’ di insetticida nel contenitore: al chiuso l’effetto è immediato. Se invece si tratta di una infestazione da cocciniglie o da ragnet-to rosso, occorre una risposta più energica, ed è più sicuro occuparsi di loro portando la pianta colpita fuori dalla bottiglia. La continua spruzzatura di un insetticida in un ambiente chiuso può essere infatti troppo rischiosa anche per le piante. Usando delle pinzette afferrate delicatamente la pianta ammalata per tirarla fuori dalla terra; toglietela molto lentamente dalla bottiglia per evitare di danneggiarla o di far ‘cadere’ qualche insetto sulle altre piante. Ripulitela dai parassiti e poi trattatela con una soluzione insetticida specifica. Dopo averla ‘disinfettata’ rimettetela nella composta.

Le piante del vostro giardino in bottiglia non crescono molto durante il periodo invernale, quando l’intensità della luce è più bassa. Questo è perfettamente normale anche se c’è un modo per aggirare tale problema: prendete una lampada che possa stare bene accanto al contenitore di vetro e munitela di una lampadina per l’insolazione artificiale delle piante oppure di una lampadina di bassa potenza (diciamo sui 40 watt). Dirigete la luce per almeno 12 ore verso le vostre piante: questa illuminazione supplementare aiuterà le piante a crescere ancora così da garantire a tutto il giardino un aspetto stupendo.

Lascia un commento