Lavori di ottobre: piantare l’aglio nell’orto

di Valentina

L’arrivo dell’autunno porta con sé tutta una serie di lavori da compiere nel proprio giardino e nell’orto. In quest’ultimo, in prima linea tra i lavori di ottobre troviamo, se ne si ha la volontà, quello di piantare l’aglio. Si tratta di una pianta che non ha bisogno di presentazioni. Da lungo tempo utilizzato in tavolo, questo compendio alimentare da il meglio di se i suoi piccoli bulbi sono piantati in questo momento.

Per chi non possiede un orto ma vorrebbe coltivarlo non vi è nulla da temere. Ciò che stiamo per spiegarvi si adatta perfettamente anche ad un vaso.

Prima di partire con la tecnica dobbiamo ricordare delle caratteristiche fondamentali di questa pianta. La testa dell’aglio è formata da tanti piccoli spicchi, i quali sono in realtà dei bulbilli, dei giovani bulbi, che se piantati separatamente saranno in grado di riformare, sottoterra , una testa d’aglio completa a nostro uso e consumo.

Prima di procedere all’impianto accertatevi che la terra sia morbida. Rivoltare con la zappa le zolle di orto nelle quali volete piantare i vostri bulbi di aglio si rivela essere la soluzione migliore per ottenere una crescita adeguata delle piantine. E’ consigliato lasciare almeno una decina di centimetri tra una buca e l’altra per dar modo alle singole piante di svilupparsi.

La buca, per riparare sufficientemente gli agli dal freddo invernare dovrà essere profonda almeno 10 cm. Una volta messi gli spicchi nelle proprie buche ricoprite il tutto e se possibile aggiungete dello stallatico o del compost per rendere il terreno più ricco.

Se avete a disposizione solo un terrazzo e volete coltivare l’aglio in vaso i passaggi da seguire sono esattamente gli stessi, avendo cura di distanziare in maniera adeguata i bulbi ed accertandovi che la pianta sia protetta dal gelo.

Lo spicchio, senza che voi facciate altro (basteranno le piogge invernali alla sua crescita,n.d.r.)crescerà nel corso dell’inverno, sbocciando in maniera adeguata, sia sotto che sopra la terra con l’arrivo della primavera. Appena vedete che lo stesso darà fioritura, tagliate subito i fiori. Il momento adatto alla raccolta arriverà quando le foglie ingialliranno e seccheranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.