Noce, l’amica del cuore

di Gioia Bò

Il noce è una pianta proveniente dall’Asia, più precisamente dalla zona Himalayana, diffusasi poi in tutto il bacino del Mediterraneo. Il nome scientifico è Juglans, contrazione di Jovis glans (ghianda di Giove), perché in epoca romana si riteneva che tale albero fosse protetto dal Padre degli dei.

Parliamo di una pianta che può superare i 20 metri di altezza, con il suo tronco eretto e robusto (fino a due metri di diametro) e la folta chioma tondeggiante. Ha foglie ellittiche, vellutate, di colore verde scuro nella pagina superiore e leggermente più chiaro in quella inferiore.

Per quanto riguarda i fiori, occorre ricordare che il noce è una pianta monoica, il che significa che possiede entrambi i sessi sullo stesso individuo, pur mantenendo apparati distinti. I fiori maschili sono rappresentati da infiorescenze pendule, mentre quelli femminili sono raccolti in gruppetti. I frutti sono delle drupe verdastre che, maturando in autunno, si aprono e lasciano cadere le noci vere e proprie.

E veniamo all’argomento che ci interessa maggiormente: come coltivare una pianta di noce? Cominciamo col dire che, come per la stragrande maggioranza delle specie a frutto secco, la propagazione avviene per semina o per innesto. Si adatta facilmente ad ambienti diversi, pur preferendo il clima mite e poco umido (l’ideale è la media collina, 600-800 metri).

Il noce si pianta su terreno fresco e ben drenato e richiede potature frequenti nei primi anni di vita (la pianta adulta mal sopporta l’intervento di sfoltimento). Generalmente si interviene quando il noce è piuttosto giovane, eliminando via via i rami laterali per fare in modo che il germoglio centrale cresca robusto ed eretto. A parte questi piccoli accorgimenti iniziali, il noce non ha bisogno di altri interventi e crescerà ricco e rigoglioso, per regalarci infine il sospirato frutto o dell’ottimo legno per mobili, porte e parquet.

Per concludere, non possiamo non ricordare l’utilizzo officinale della noce, conosciuta per le sue proprietà antisettiche, astringenti, cicatrizzanti e toniche, oltre che per il prezioso aiuto che dà alle coronarie ed ai vasi sanguigni, migliorando lo stato di salute del cuore.

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.