Perchè la kenzia ha le punte secche?

di AnnaMaria Commenta

La Kenzia (o per meglio dire Kentia) è una pianta di origine tropicale che si è saputa adattare benissimo ai nostri appartamenti ed è diventata una delle piante da interni più amate. Facile la manutenzione, semplice prendersi cura delle foglie verdi, anche per questo la kenzia è molto apprezzata eppure ogni tanto può succedere che ci sia qualche problema. Uno di questi è  la kenzia con le punte delle foglie secche. I motivi possono essere svariati.

Innanzitutto attenzione alle innaffiature. Troppa acqua può causare la secchezza delle punte delle foglie, che diventano marroni invece di essere verde brillante. In genere, in inverno le innaffiature devono essere rade e bisogna sempre controllare che il terreno sia umido con uno stecchino. Quando notate che è secco, è giunta l’ora di innaffiare, sempre senza esagerare. In estate invece, le innaffiature devono essere più frequenti ma senza mai esagerare.

> KENTIA, VARIETA’ E CURE

Attenzione anche ai ristagni idrici. Il sottovaso della pianta non deve mai contenere troppa acqua altrimenti rischiate di fare marcire le radici.

> PIANTE DA APPARTAMENTO: LA KENTIA

Un altro motivo di sofferenza della kenzia sono gli sbalzi di temperatura. Se in casa avete un condizionatore, questo potrebbe causare problemi alle foglie della vostra pianta. In questo caso, cercate un posticino all’ombra all’esterno e posizinatevi lì la pianta per tutto il periodo estivo. In autunno potrete rimetterla in casa. Stessa cosa vale per i termisifosi: mai posizionare una pianta nelle loro vicinanze.

> KENTIA E POTHOS, PIANTE PER TUTTI

Un ultimo motivo di sofferenza della pianta potrebbe essere il vaso troppo piccolo. In questo caso, considerate la possibilità di cambiare il vaso ogni 2/3 anni.

Photo Credit| Thinkstock

 

google-max-num-ads = "1">